Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Juventus

Vedi Tutte
Juventus

Juventus, Allegri: «Pochettino? La dirigenza viene sempre nel nostro spogliatoio»

Juventus, Allegri: «Pochettino? La dirigenza viene sempre nel nostro spogliatoio»
© Juventus FC via Getty Images

L'allenatore bianconero fa il punto sugli infortunati: «Tra 20 giorni sapremo se Bernardeschi dovrà operarsi»

Sullo stesso argomento

 

sabato 10 marzo 2018 14:43

TORINO - «Le parole di Pochettino? Non c'è da commentare niente, è abitudine che i dirigenti della Juve vengano nel nostro spogliatoio. L'arbitro ha fatto una buona gara». Massimiliano Allegri non alimenta il fuoco della polemica innescata dall'allenatore del Tottenham e invita l'ambiente a concentrarsi subito sul campionato: «Contro l'Udinese sarà una partita difficile perché è una squadra fisica e aggressiva visto che è la terza che in Serie A per numero di falli. Noi abbiamo un po' di fatica, forse faremo qualche cambio. Siamo ancora secondi, pensiamo una partita per volta. Ci servirà l'aiuto dei tifosi, veniamo da una gara dove abbiamo sprecato molte energie. E' uno snodo importante per il campionato. L'impresa di Wembley? La squadra ha vinto su un campo storico, al momento non abbiamo ancora vinto niente. Siamo in corsa su 3 fronti, manteniamo il profilo basso, non possiamo permetterci di staccare dal punto di vista mentale».

DUBBI DI FORMAZIONE - Privo degli squalificati Lichtsteiner e Alex Sandro, Allegri non ha dubbi sulle fasce: «De Sciglio e Asamoah saranno i terzini, Szczesny gioca in porta. Mandzukic è recuperato, può giocare anche dall'inizio ma devo fare delle valutazioni. Howedes sta bene, in settimana per la prima volta ha fatto una partita a tutto campo, ma non ha una gara intera nelle gambe. Comunque ci sarà utile». Si allungano i tempi per per quanto riguarda invece i giocatori assenti da molte settimane: «Cuadrado aveva oggi una visita in Germania mentre Bernardeschi lunedì ha la risonanza e inizierà il percorso di rinforzamento della gamba. Dopo 20 giorni sapremo se dovrà operarsi».

 

Articoli correlati

Commenti