Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Juventus

Vedi Tutte
Juventus

Juventus, Allegri: «Ora che siamo in testa non dobbiamo mollare l'osso»

Juventus, Allegri: «Ora che siamo in testa non dobbiamo mollare l'osso»
© Juventus FC via Getty Images

Il tecnico bianconero: «Il Napoli può arrivare a 100, quindi per lo scudetto bisognerà ancora lottare»

Sullo stesso argomento

 

martedì 13 marzo 2018 12:03

TORINO - Massimiliano Allegri parla in conferenza stampa alla vigilia del recupero di campionato contro l'Atalanta, gara che era stata rinviata per la fitta nevicata a Torino: «Gli indisponibili sono Cuadrado e Bernardeschi - ha detto il tecnico della Juventus - vediamo Alex Sandro, poi gli altri stanno tutti bene. L'unico che rientra domani è Buffon sicuramente. Per gli altri aspettiamo oggi, anche perché Sabato abbiamo un'altra partita importante prima della sosta».

CORSA SCUDETTO - Domenica scorsa è avvenuto il sorpasso, ora la Juventus è prima e ha la possibilità di allungare a +4 sul Napoli: «Siamo in testa da pochi giorni, bisogna essere bravi a non mollare l'osso, ma bisogna fare un passetto alla volta perché il Napoli è lì e ha ancora grandi possibilità di vincere lo scudetto. C'è lo scontro diretto e noi abbiamo tante partite difficili.

Dobbiamo pensare alla partita con l'Atalanta, che è una squadra che ci impegna sempre molto fisicamente. Dobbiamo fare punti domani, perché al momento il Napoli ha solo un punto di ritardo». 

NIENTE CONTI - Allegri non vuole fare conti: «Quando si fanno i conti, vengono fuori i contadini. Bisogna fare un passo alla volta. Per quanto riguarda quello che ha detto Sarri non commento. Dico solo e ripeto che lui deve essere orgoglioso di quanto fatto con il Napoli, e ora sta lottando con la Juventus. Noi sappiamo che vincere è difficile, e anche se domani dovessimo vincere non dobbiamo esaltarci.

Il Napoli può arrivare a 100 e quindi la quota scudetto è 100».

ATALANTA - La formazione scelta da Gasperini con tante riserve in occasione della gara poi rinviata aveva generato tante polemiche. Che formazione si aspetta ora Allegri? «Le partite con l'Atalanta sono tutte difficili perché hanno una rosa con giocatori che si equivalgono, giocatori fisici e con una buona tecnica. Dobbiamo portare a casa la partita con una gara tecnica, tattica, ma soprattutto fisica». 

Tutto sulla Juventus

Articoli correlati

Commenti