Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Milan, Gandini non torna: sarà l’ad Gazidis al centro del club
© ANSA
Milan
0

Milan, Gandini non torna: sarà l’ad Gazidis al centro del club

Dopo l'addio alla Roma, il dirigente sembrava vicino ai rossoneri ma non è stato trovato l'incastro giusto

MILANO - Umberto Gandini non tornerà al Milan, non andrà ad affiancare il nuovo ad, Ivan Gazidis, in sella a partire dal primo dicembre. Nessuna rottura traumatica tra le parti, semplicemente, al momento di arrivare alla conclusione di discorsi che, con Elliott come interlocutore, andavano avanti da alcuni mesi (ancora prima che ci fosse il ribaltone alla proprietà del club rossonero tra Yonghong Li e il fondo americano), non è stato trovato l’incastro giusto. Nell’ultimo periodo, Gandini aveva parlato più volte con lo stesso Gazidis, del quale avrebbe dovuto diventare una sorta di vice, con giurisdizione in particolare nei rapporti con le istituzioni, quelle italiane, quindi Federazione e Lega, e quelle internazionali, Fifa e Uefa.

IL RUOLO DI GAZIDIS - Evidentemente, a questo punto, sarà Gazidis ad occuparsi di tutto, ferma restando la necessità di un apprendistato per conoscere un calcio e un ambiente, quello italiano, diversi da quelli inglesi. Gandini, invece, dopo aver concluso consensualmente nelle scorse settimane il suo rapporto con la Roma, durato un paio di stagioni, attende soltanto una nuova opportunità. Arriverà presto, alla luce di un profilo di altissimo livello riconosciuto sia in Italia sia all’estero. Il suo nome, ad esempio, è già circolato per la carica di amministratore delegato della Lega di serie A, ruolo occupato al momento da Marco Brunelli, ma soltanto ad interim, in attesa di una scelta definitiva, visto che sarà l’uomo forte della serie A. 

Gandini-Roma: ufficiale la separazione

Vedi tutte le news di Milan

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti