Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Napoli

Vedi Tutte
Napoli

Napoli, torna Reina: triennale da 2,5 milioni a stagione

© EPA

Calciomercato: dopo il gelo di un anno fa, De Laurentiis ha capito che il Napoli non può prescindere da un leader in porta

Sullo stesso argomento

dal nostro inviato Antonio Giordano

sabato 23 maggio 2015 08:15

CASTEL VOLTURNO - Il primo, il numero uno, perché le danze iniziano così, anche al mercato: ladies and gentlmen, he’s back, il suo nome è Pepe, il cognome è Reina e il ruolo è quello di leader, ancor prima di portiere. Perché in questo Napoli che sta per salutare, ciò ch’è mancato - ancor prima delle qualità tecniche - è stato il carattere, quella che si chiama personalità, tutto ciò che abbonda in Pepe Reina, molto più d’un calciatore in questa città che l’ha stregato ed alla quale ha lasciato schiere di nostalgici. Voi non l’avreste detto, visto come finì, ma nell’elenco s’è aggiunto di diritto Aurelio De Laurentiis che, tempo fa, s’è lasciato alle spalle il passato, ha scarabocchiato su quell’erroraccio di rinunciare ad un totem del genere, ha dunque accartocciato quel passaggio a vuoto ed ha fatto un passo indietro e tre in avanti: contratto a Reina sino al 2018, due milioni e mezzo per stagione, e la garanzia di essersi affidato in buonissime mani, di aver lanciato un messaggio all’ambiente intero. Si ricomincia da Reina, poi si passa altrove, però adesso bisogna aspettare un po’, perché serve l’intervento del nuovo allenatore e saranno necessarie le indicazioni del nuovo diesse, ruolo nel quale continua ad avere buone chanches Maurizio Micheli, capo dell’area scouting. C’è da definire il ruolo di Sepe, quello di Rafael: insomma, c’è ressa sull’uscio...

Leggi l'articolo completo sull'edizione odierna del Corriere dello Sport-Stadio
 

Per Approfondire

Commenti