Roma

Vedi Tutte
Roma

Serie A Roma, Castan: «Chiedo scusa ai tifosi». Benatia: «Tornerai un fenomeno!»

Serie A Roma, Castan: «Chiedo scusa ai tifosi». Benatia: «Tornerai un fenomeno!»
© Getty Images

Il difensore giallorosso dopo il pareggio contro il Verona: «E' stata una giornata frustrante per me: mi dispiace tanto». Il suo ex compagno di squadra lo rincuora: «Sei un guerriero»

Sullo stesso argomento

 

domenica 17 gennaio 2016 20:20

ROMA - «Devo migliorare ancora, chiedo scusa». Firmato Leandro Castan. Il difensore della Roma, schierato titolare da Spalletti al posto di Rudiger, è stato uno dei peggiori nella prima Roma del tecnico toscano che non è andata oltre il pareggio contro il Verona. Suo l'intervento da rigore su Wszolek che ha fissato il punteggio sull'1-1. Poche ore dopo la partita, Castan ha voluto chiedere scusa ai tifosi attraverso il suo profilo twitter: «Una giornata frustrante per me - scrive il difensore brasiliano - e per me in particolare, ho lottato tanto per tornare a giocare a pallone, pensavo di stare bene ma oggi ho visto che devo ancora migliorare tanto per stare in questa squadra. Forse hanno avuto troppa fiducia in me e voglio chiedere scusa: ho provato sempre a dare il mio meglio con questa maglia, mi dispiace tanto e ringrazio tutti».

BENATIA RISPONDE - Uno dei primi a rispondere a Castan, tra i tanti tweet dei tifosi giallorossi, è stato Mehdi Benatia, che con il brasiliano ha formato una solida coppia difensiva nella prima Roma di Garcia. Il marocchino, ora al Bayern Monaco, ha voluto rincuorare Castan: «Fratello, hai avuto un'operazione importante - scrive su twitter Benatia - e solo un guerriero come te poteva ripartire subito e lottare, grazie a Dio. Tutti sanno quanto sei forte e tornerai quel fenomeno che eri senza dubbi. Questa partita non vuol dire nulla: tutti abbiamo già sbagliato. Mi manchi e ti voglio bene. Salutami tutti».

NAINGGOLAN - Anche Nainggolan ha voluto rincuorare Castan con un tweet: «Sappiamo cosa hai passato... Sereno. Siamo tutti con te. Non è successo niente. Non ècolpa tua. Ne usciremo tutti insieme».

Articoli correlati

Commenti