Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Roma

Vedi Tutte
Roma

Roma, bentornato Strootman! 392 giorni dopo torna la 'lavatrice'

Roma, bentornato Strootman! 392 giorni dopo torna la 'lavatrice'
© AS Roma via Getty Images

Il centrocampista olandese accolto da una standing ovation al suo ingresso in campo: «Ho ricominciato a sentirmi un calciatore»

Sullo stesso argomento

 

lunedì 22 febbraio 2016 09:44

ROMA - Non era lì per guardare. Era lì per sorridere. Alla fine, svelando un'emozione incontrollabile, lo ha anche fatto, davanti alle telecamere. Tredici minuti sono bastati per sbriciolare tredici mesi: 392 giorni di sofferenza e ansia. Kevin Strootman ha assaporato la gioia più vera per quelli che calpestano l'erba e corrono appresso a un pallone: «Ho ricominciato a sentirmi un calciatore. E' un gioia essere tornato in campo. Normalmente non mi piace stare al centro dell'attenzione, ma in questo caso devo ammettere che mi è piaciuto». E non poteva essere altrimenti, per moltissimi motivi. [...]

FOTO, STROOTMAN IN CAMPO: L'OLIMPICO APPLAUDE

FESTA - I tifosi non erano in tanti, ieri, ma lo hanno accolto con un boato assordante al momento dell'entrata. Persino in tribuna d'onore, l'area dei vip, si si sono alzati in piedi quando il team manager della Roma, Manolo Zubiria, ha sollevato il numero 6. Anche Maicon, uscendo, sembrava emozionato. Ma anche prima, quando Spalletti gli ha chiesto di cominciare il riscaldamento, il pubblico è esploso in un caloroso abbraccio vocale. Sembrava avessero segnato Dzeko o Salah: «E' bello sentire l'affetto dei tifosi, noi giochiamo al calcio per questo. Per ricevere la passione della gente. Sono felice, è stato tutto perfetto. Ora so di non essere al cento per cento, ma continuerò ad allenarmi per essere pronto a giocare 90 minuti e ad aiutare la squadra».

ROMA-PALERMO 5-0, LA CRONACA DEL MATCH

CLASSIFICA SERIE A, LA ROMA E' QUARTA

GIUDIZIO - Non entra nelle polemiche intestine tra Totti e Spalletti («Non voglio parlarne, sono cose che riguardano il capitano e il mister») ma usa parole dolci nei confronti dell'allenatore: «E' un grande allenatore. Come lo era Garcia». Che lo chiamava La Lavatrice, per la sua capacità di centrifugare e riciclare i palloni sporchi. A Garcia, Strootman è rimasto legato per averlo sempre coccolato nelle fasi meno felici della sua convalescenza: «Purtroppo lo scorso anno ho potuto giocare poco. Soprattutto in Champions League, dove ho vissuto un'esperienza non bella a Mosca». [...]

STROOTMAN: «MAI PENSATO DI SMETTERE»

BENTORNATO - In tanti, dal vivo e via telefono, tramite i social network e su whatsapp, gli hanno inviato i complimenti per il ritorno. Uno dei primi è stato l’ex compagno Medhi Benatia, da Monaco: «Bentornato fratello mio, sono troppo felice di rivederti, campione!». Ma la notizia è stata accolta con felicità in Olanda, dove la Nazionale ha sentito molto la sua assenza e non si è qualificata per l’Europeo. Il ct Danny Blind non vede l’ora di richiamarlo. E di questo passo succederà presto.

 

Articoli correlati

Commenti