Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Roma

Vedi Tutte
Roma

La Roma lavora per la difesa: spunta Lindelöf

La Roma lavora per la difesa: spunta Lindelöf
© EPA

Piace lo svedese del Benfica: Monchi è già al lavoro

Sullo stesso argomento

 Guido D'Ubaldo

mercoledì 24 maggio 2017 09:06

ROMA - Il mercato della Roma non avrà accelerazioni fino all’ufficialità dell’allenatore della prossima stagione. Monchi continua a vedere molti operatori di mercato ogni giorno, ma aspetta di chiudere la pratica del tecnico. Nei giorni scorsi ha visto a Verona Angelozzi del Sassuolo, per parlare di Pellegrini e Defrel. Sono due giocatori che con Di Francesco in panchina avrebbero molte più chance di vestire la maglia giallorossa. Ma Monchi sa che dovrà avere a che fare con qualche plusvalenza, per esigenze di bilancio partirà uno dei difensori che hanno più mercato, tra Rüdiger e Manolas. Entrambi sono un obiettivo dell’Inter, ma hanno mercato anche in Inghilterra. La Roma per non farsi trovare impreparata è tornata a sondare Victor Lindelöf, ventidue anni, difensore del Benfica e della Nazionale svedese. Ha una clausola di trenta milioni che potrebbe essere aggirata facilmente. Sul difensore c’è anche il Manchester United e la sua partenza a fine stagione è data per scontata. E’ stato uno dei migliori difensori del campionato portoghese, appena vinto dal Benfica. Si erano interessati a lui anche altri grandi club, in primis Real Madrid e Bayern Monaco, mentre in Italia c’era stato l’interessamento di Inter e Juventus. Al Benfica Lindelöf è arrivato da svincolato e il club lusitano potrebbe anche decidere di trattare la clausola assicurandosi in ogni caso una grande plusvalenza. E’ alto un metro e 87, sa guidare la difesa, è bravo nel gioco aereo e ha una buona tecnica, è elegante nelle chiusure e negli appoggi. Ha dimostrato di saper marcare tutti i più grandi attaccanti in Europa. E’ stato uno dei protagonisti del titolo di campione di Portogallo appena conquistato. Ha il contratto in scadenza nel 2021. La Roma lo segue da mesi, Monchi ha ripreso i contatti. Alla Roma serve un centrale che possa essere titolare, considerato che Manolas e Rüdiger hanno giocato tutte le partite e che anche Vermaelen andrà via e tornerà al Barcellona per fine prestito.

FOTO, LA MAGLIA NUMERO 10 DI TOTTI

MONCHI PARLA DI TOTTI

ALTERNATIVE - Nel taccuino di Monchi figura anche Ramiro Josè Funes Mori, difensore centrale argentino, ventisei anni, gioca nell’Everton e ha il contratto in scadenza nel 2020. Nel 2015 il club inglese lo ha pagato quasi tredici milioni al River Plate. L’altro nome per la difesa è una vecchia conoscenza, Andreas Bodtker Christensen, ventuno anni, difensore del Borussia Mönchengladbach in prestito dal Chelsea e della Nazionale danese. Sabatini lo aveva seguito anche la scorsa estate, quando con il club inglese si parlava di giovani da inserire nella trattativa per Nainggolan. Il belga è sempre nel mirino dei Blues, Conte stravede per lui, ma Spalletti lo porterebbe volentieri all’Inter.

Leggi il resto dell'articolo sull'edizione del Corriere dello Sport-Stadio oggi in edicola

Articoli correlati

Commenti