Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Roma

Vedi Tutte
Roma

Roma, Di Francesco: «Poco determinati e non possiamo permettercelo»

Roma, Di Francesco: «Poco determinati e non possiamo permettercelo»
© LaPresse

Il commento dell'allenatore dopo il pareggio interno con il Sassuolo: «Dzeko resta importante per noi, il non segnare diventa un problema psicologico»

Sullo stesso argomento

 

sabato 30 dicembre 2017 17:15

ROMA - «Siamo stati poco determinati e non possiamo permettercelo». È il commento di Eusebio Di Francesco dopo il deludente pareggio in casa contro il Sassuolo. «Non abbiamo gestito bene il vantaggio nella ripresa dove abbiamo fatto meglio del primo tempo - ha detto l'allenatore a Premium Sport -. Dovevamo chiuderla prima e non l'abbiamo fatto e poi il Sassuolo ha meritato il pareggio. Abbiamo sbagliato troppo e se vogliamo diventare una squadra un pochino più grande non possiamo permettercelo. Mi auguro che sia un momento che può capitare, non siamo brillantissimi come potremmo esserlo. Abbiamo creato meno del solito ma dovevamo gestire meglio il vantaggio. Peccato, perché questa era una gara da vincere. Può essere un problema fisico ma anche mentale: è mancata la lucidità nell'ultimo passaggio. Siamo stati poco brillanti e determinati. La squadra spesso domina la gara ma oggi siamo stati molto meno lucidi». 

DZEKO - Dzeko ha chiuso ancora una volta senza gol. Di Francesco lo difende: «Dzeko un solo gol negli ultimi due mesi e mezzo? Ha grandissime potenzialità. Mi dispiace che non riesce a fare e gol e mi chiedo anche io perché non ci riesca. Crea tantissime occasioni ma non ha trovato la rete. Rimane un giocatore importante per noi e mi auguro che si sblocchi. Si mette molto a disposizione della squadra e forse questo gli toglie qualcosa in zona gol. E' uno dei giocatori che tira più in porta del campionato, il non segnare poi diventa un problema psicologico. Per questo si deve sbloccare».

Articoli correlati

Commenti