Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Roma

Vedi Tutte
Roma

Roma, Di Francesco: «Dzeko a disposizione. La trattativa non mi condiziona»

Roma, Di Francesco: «Dzeko a disposizione. La trattativa non mi condiziona»
© LaPresse

Il tecnico giallorosso: «Possono giocare sia lui, sia Emerson Palmieri. Se mi aspettavo un'operazione così a gennaio? Se succederà sarà per il Fair Play finanziario e cose del genere che deve spiegarvi la società»

Sullo stesso argomento

 

sabato 27 gennaio 2018 13:41

ROMA - Di Francesco può contare ancora con Dzeko. A Marassi lo ha salvato al 91', ora il bosniaco potrebbe giocare ancora contro la Samp all'Olimpico: «Ho totale libertà al di là della trattativa in corso, Dzeko ed Emerson Palmieri sono due giocatori che ho a disposizione, sono utilizzabile e li farò giocare se lo riterrò opportuno». Si aspettava un'operazione così importante in uscita a gennaio? «Obiettivamente non conosco le varie situazioni, però facciamo questo lavoro e dobbiamo essere pronti a tutto.

Detto questo non è ancora accaduto, mi auguro solo che i tifosi ci diano grande sostegno e mi auguro sia così anche nella gara di domani sera. È normale che se si dovesse fare un'operazione del genere bisogna legarla al Fair Play finanziario o altre cose che deve spiegare la società». A centrocampo potrebbe tornare De Rossi: «Valuteremo oggi, se dovesse andar bene il provino sarà a disposizione. Perotti ed El Shaarawy saranno convocati, uno dei due potrà giocare dall'inizio. Gonalons non è recuperabile»

VOCE IN CAPITOLO - Ha avuto voce in capitolo nell'operazione Dzeko, e chiederà in caso un sostituto all'altezza? «Voce in capitolo ce l'ho, io ho chiesto Messi ma mi hanno detto che non è possibile. Ho appena fatto il discorso del Fair Play finanziario. Non credo che la Roma o io ci volessimo privare di alcuni giocatori importanti, è normale che se dovesse andar via qualche giocatore importante bisogna portare a casa dei soldi, oppure bisogna rispenderli. Aziendalista o no? Potete dire quello che vi pare. Posso dirvi solo che mi sono trovato di fronte a una cosa che in questo momento non mi sarei aspettato, però adesso ci troviamo, ci sono delle considerazioni da fare. Le risposte un pochino più adeguate non le devo dare io, è già venuto il direttore e tornerà. Io devo fare il mio lavoro. In questo momento Dzeko ce l'ho a disposizione e lo utilizzerò fino a quando sarà della Roma e mi auguro che ci rimanga almeno fino alla fine della stagione. Per il resto faccio questo lavoro e cerco di farlo al meglio, punto e basta. Ci sono state cose chiare che mi sono state dette: o accetti o fai un altro discorso e te ne torni a casa. Io ho scelto di allenare la Roma anche nelle difficoltà, e questo è un momento, obiettivamente di difficoltà»

COSA MANCA - Contro la Samp all'Olimpico vorrebbe vedere una Roma più cinica: «Vorrei vedere un gol, scritto grande grande. È importante perché abbiamo creato tante occasioni importanti e dobbiamo fare gol, è un problema che ci portiamo avanti da tempo. Qualche gol lo prendiamo, ma il problema più grandi sono quelli non fatti, non quelli presi. Sono convinto che sia arrivato il momento giusto per fare qualche gol in più». 

NAINGGOLAN - Nainggolan segna molto meno dell'anno scorso: «Credo che Nainggolan l'altro giorno abbia avuto occaisoni importanti per fare gol, sono anche dei momenti. L'anno scorso calciava da 35 metri e faceva gol.

Deve ritrovare sicurezza e sfruttare ancora meglio le sue potenzialità». Schick sembra invece in crescita: «Ha dimostrato che da esterno destro può fare benissimo, significa che con la testa e l'applicazione giusta può farlo». 

MERCATO - In caso di cessione di Emerson Palmieri e Dzeko la Roma farà degli acquisti? «Il mercato non dorme mai, in base a quello che uscirà faremo le nostre valutazioni. A sinistra abbiamo più alternative, mentre a destra ne abbiamo meno». 

Articoli correlati

Commenti