Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Roma

Vedi Tutte
Roma

Dall'Egitto: «Salah, tagliati la barba: sembri un terrorista!»

Dall'Egitto: «Salah, tagliati la barba: sembri un terrorista!»
© EPA

Il maggiore quotidiano governativo egiziano: «Se tiene questo look sarà inserito nella lista di coloro che simpatizzano per i terroristi»

 

martedì 13 marzo 2018 15:40

ROMA - Continuano a circolare su Twitter commenti sull'esortazione, partita a domenica dalle colonne del maggiore quotidiano governativo egiziano, che Mohamed Salah si tagli la barba perchè altrimenti assomiglia a un terrorista islamico. I commenti per lo più irridono alle affermazione del giornalista Salah Montasser che, nella sua rubrica sul giornale Al Ahram, ha scritto che il calciatore-star del Liverpool (ma già di Fiorentina e soprattutto Roma) "deve tagliarsi la barba". "Anche se questa barba non lo iscrive nella lista dei terroristi, lo mette sulla lista di quelli che simpatizzano con loro", ha sostenuto giornalista. "Salah rappresenta il suo paese, è unico" ma "non sa che molte madri lo considerano come proprio figlio desiderando perciò di vederlo con un nuovo look che mostri il suo viso innocente e smart durante le partite dei mondiali" in Russia, si sostiene ancora nel commento.

Il giornalista, oltre che a livello politico, critica Salah anche a livello estetico: "non si addice alla sua età" e l'attaccante "deve rivedere l'acconciatura dei suoi capelli folti che sembra disordinata come se non fosse andato dal barbiere da anni". Fra i commenti su Twitter c'è stato quella di una tal "Amia" che ha chiesto al giornalista: "hai mai sentito dire che qualcuno in Europa ritiene Andrea Pirlo un estremista a causa della sua barba?".

L'Egitto è alle prese con il terrorismo islamico soprattutto dell'Isis e considera terroristi anche i Fratelli musulmani, movimento che era stato al potere per un anno dopo la caduta del presidente Hosni Mubarak. 

Articoli correlati

Commenti