Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Roma
0

Roma, ufficiale l'addio di Strootman: «Per me era tempo di andare»

L'olandese va al Marsiglia dopo 5 stagioni e 130 presenze: «E' un grande sfida, sono grato a Garcia»

ROMA - «Viene dall'acqua per mettere fuoco». Con queste parole in un tweet il Marsiglia ha ufficializzato l'acquisto di Kevin Strootman. Dopo 5 stagioni, 13 gol e 130 presenze l'olandese volante (così viene definito dall'hashtag dell'OM) lascia la Roma che incasserà 25 milioni di euro più 3 di bonus. Strootman ha firmato un contratto fino al 2023 dopo aver passato le visite mediche. La società francese lo ha presentato con un video ispirato al videogioco Fortnite. 

LA CONFERENZA - Kevin Strootman ha spiegato in conferenza le ragioni del suo addio: «L'arrivo di Nzonzi? La Roma preso tanti giocatori, è normale in un grande club. Per me era tempo di andare oltre dopo 5 anni, era tempo di fare il prossimo passo. E' un grande sfida, andare in un'altra grande società, in un altro paese. Ho parlato con Benatia che mi ha detto solo cose positive. Non vedo l'ora di incontrare i miei compagni e aiutarli a raggiungere gli obiettivi. La trattativa? Sin dai primi contatti è stata positiva. I colloqui sono iniziati non molto tempo fa, ma è andato tutto bene. Ho davvero avuto subito un buon feeling con la società. Ogni giocatore ha un suo valore per essere ceduto. A Roma sono stati 5 anni buoni». Fondamentale il ruolo di Garcia: «Rudi è una persona speciale, è importante per me, mi ha portato a Roma. Gli sono grato, ho parlato con lui degli schemi e di cosa vuole. Per me è importante avere un grande rapporto con l'allenatore. Posso giocare in tutte le posizioni del centrocampo, ho giocato in Italia e posso giocare in tutti i sistemi. Non mi importa il ruolo, voglio solo indossare la maglietta e giocare».

Il saluto di Strootman: «Non è facile lasciare Roma»

 

Vedi tutte le news di Roma

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti