Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Roma, El Shaarawy: «Ronaldo? In Italia è più difficile fare gol»
© LAPRESSE
Roma
0

Roma, El Shaarawy: «Ronaldo? In Italia è più difficile fare gol»

Il Faraone: «Comunque si è visto tutto il suo talento, ha avuto diverse occasioni per segnare. Noi ripartiamo dalla reazione contro l'Atalanta»

ROMA - La Roma ha tremato. È andata sotto, sembrava destinata a un brutto scivolone interno e invece si è rialzata e ha rimesso, almeno in parte, le cose a posto. Dall'1-3 con cui l'Atalanta ha chiuso il primo tempo, al 3-3 finale. Per Stephan El Shaarawy una risposta forte e convincente, un punto di partenza che fa ben sperare. "Loro hanno alzato molto il ritmo di gioco, noi abbiamo sbagliato alcuni tempi di aggressione e ci hanno preso in infilata - è l'analisi dell'attaccante giallorosso ai microfoni di Sky Sport 24 -. Di positivo c'è la reazione del secondo tempo, dobbiamo ripartire da questo, c'è stata una grande reazione da parte di tutti e potevamo anche portare a casa la vittoria, ma è un pareggio, una rimonta, che ci può fare partire con il piede giusto nel match con il Milan".

Nainggolan, un like "contro" Monchi e Pallotta



REAZIONE - Di Francesco ha cambiato la Roma durante l'intervallo e ha avuto ragione lui. "La differenza la fa la determinazione con cui si fanno le cose, non tanto il modulo, nella ripresa abbiamo cambiato sistema, ma più che altro è stata la reazione e l'orgoglio di tutti a cambiare le cose. Il mister ruota tanti giocatori e questo ci fa sentire tutti importanti, ma io punto sul sacrificio che si è visto sul secondo tempo". Il popolo giallorosso non ha gradito lacessione di Strootman, così come quella di Nainggolan. "Ci sono state cessioni importanti, ma anche all'inizio della scorsa stagione si facevano gli stessi discorsi e siamo arrivati in semifinale di Champions. Sono andati via giocatori forti, Kevin era un uomo veramente carismatico e che si faceva sentire nello spogliatoio, ma ci sono anche giovani di grande talento su cui la società e noi compagni crediamo".

PRESTO PER I GIUDIZI - Secondo El Shaarawy non bisogna commettere l'errore di "dare giudizi molto affrettati dopo appena due partite di campionato, abbiamo giovani che hanno dimostrato il loro talento, dobbiamo migliorare ma ci sono i preusppori per fare bene". Anche per giocarsela contro una Juventus che domina da anni e che si è presentata ai nastri di partenza "ancora più forte dell'anno scorso - assicura El Shaarawy -. Sarà più difficile mantenere il loro passo, la Juve ha giocatori e alternative importanti, ma dobbiamo fare il nostro campionato senza pensare a loro, dobbiamo vincere le nostre partite".

Il saluto di Strootman: «Non è facile lasciare Roma»



RONALDO - Intanto Cristiano Ronaldo non è ancora riuscito a festeggiare il suo primo gol in Serie A. "Le difese italiane sono molto più difficili da superare rispetto a quelle di altri campionati, ma credo sia stato sfortunato in alcune circostanze e che comunque si sia visto tutto il suo talento. Poteva fare gol in diverse occasioni". Venerdì il big match con il Milan. "Non so come giocheremo, abbiamo provato diversi moduli in allenamento e come aggredirli - dice il "Faraone" -. E' stata sempre la nostra forza pressare gli avversari e il mister ci sta lavorando".

Vedi tutte le news di Roma

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti