Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Manolas: «In questo momento non siamo all’altezza»
© LAPRESSE
Roma
0

Manolas: «In questo momento non siamo all’altezza»

Dura analisi del difensore dopo il ko della Roma a Plzen: «Prendiamo dei gol che incassano soltanto le squadre giovani». Florenzi: «I risultati non sono dalla nostra parte»

ROMA - "Prendiamo dei gol che incassano solo le squadre giovani, su ogni azione prendiamo attacchi immediati e pericolosi". È spietata l'analisi di Manolas dopo la sconfitta della Roma in Champions contro il Viktoria Plzen. "Dobbiamo essere compatti ma i gol presi oggi non sono da grande squadra - spiega a Sky il centrale greco, stasera capitano - Non si difende in 4 ma in 11, ma ovunque, e per questo prendiamo sempre questi gol". Per i giallorossi è arrivata la settima sconfitta stagionale: "Dobbiamo avere coraggio e trovare personalità per uscire da questo momento. Oggi non abbiamo giocato una brutta gara ma loro hanno sfruttato due occasioni: non possiamo dire che è solo sfortuna, questo significa che in questo momento non siamo all'altezza".

LE PAROLE DI FLORENZI - "Non è il brutto momento di un reparto ma di una squadra. È sotto gli occhi di tutti che possiamo fare meglio, metto la mano sul fuoco che dal primo all'ultimo diamo tutto. Oggi è venuta una sconfitta che non volevamo, eravamo qui per dare un piccolo segnale, dimostrare che teniamo alla maglia e a fare bene per il club, ma i risultati non sono dalla nostra parte – ha detto il terzino della Roma -. Tutta Trigoria deve andare verso una stessa direzione e dare di più, a partire da noi giocatori che scendiamo in campo. Siamo delusi e amareggiati, dobbiamo cercare a tutti i costi di trovare una soluzione". E ancora: "Dobbiamo cercare tutti una strada, avere tutti la fame e la voglia di giocare a pallone senza paura, mettendo qualcosa in più per vincere le partite. E non c'entrano gli schemi, conta solo vincere la prossima partita e inanellare più risultati utili possibili per il quarto posto. La qualificazione era in tasca – ha concluso Florenzi - ma tutti dovevamo fare qualcosa in più". (in collaborazione con Italpress)

Vedi tutte le news di Roma

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti