Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Serie A Udinese, Mandragora si presenta: «Qui per conquistare la Nazionale»
© LAPRESSE
Udinese
0

Serie A Udinese, Mandragora si presenta: «Qui per conquistare la Nazionale»

Il centrocampista acquistato dalla Juventus: «Questo deve essere l'anno della mia consacrazione in Serie A». Velazquez: «Soddisfatto di tutti i giocatori e del mercato»

UDINE - Giorno di presentazioni per Rolando Mandragora: il centrocampista classe '97, nuovo acquisto dell'Udinese, che per strapparlo alla Juventus ha sborsato la bellezza di 20 milioni di euro, ha parlato ai microfoni del club friulano: "Spero che questo sia l'anno della consacrazione per me in Serie A. Voglio far bene e divertire i tifosi bianconeri insieme ai miei compagni. Essere l'acquisto più oneroso della storia dell'Udinese per me è un onore: farò di tutto per ripagare l'investimento fatto e l'apprezzamento che avete nei miei confronti". Sul suo numero di maglia: "Ho scelto il numero 38 perché è quello con cui ho esordito in Serie A. Me lo sono anche tatuato perché è un sogno che si è avverato". Sulla possibilità di vestire la maglia azzurra: "Penso molto all'Italia, non lo nego. Ma prima devo pensare all'Udinese: far bene qui è la chiave per arrivare a giocare con la maglia azzurra". Il centrocampista continua sulla propra collocazione tattica: "Sicuramente il mio ruolo in campo comporta molta responsabilità. Mi trovo bene anche perché ho giocato con Barak e Fofana che mi hanno dato una grossa mano". Mandragora conclude così: "Penso che questo sia un anno molto importante per la mia carriera, la scelta di venire all'Udinese è stata molto ponderata".

LE PAROLE DI VELAZQUEZ - "Sono molto soddisfatto di tutti i giocatori, lavorano bene, con molta intensità e buona mentalità. Adesso lavoriamo per migliorare fisicamente, tecnicamente e tatticamente, poi potremo fare una buona stagione. L'obiettivo è lavorare, lavorare, lavorare, per arrivare bene alla prima partita ufficiale, la Coppa Italia e poi contro il Parma in trasferta". È il bilancio di questa prima parte di preparazione fatto dal tecnico dei friulani, Julio Velazquez, che sul fronte mercato dice di sentirsi "fortunato". "Sono in una società che lavora molto bene - dice - che è un esempio mondiale di quello che è lo scouting, per cui quando arriva un giocatore arriva un giocatore forte, poi è mio compito farlo crescere". 

TUTTO SUL CALCIOMERCATO

Vedi tutte le news di Udinese

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti