Serie B

Vedi Tutte
Serie B

Serie B, Salernitana-Bari: Lotito contestato

Serie B, Salernitana-Bari: Lotito contestato
© LaPresse

All'Arechi sette gol, emozioni e gemellaggio tra le due tifoserie rinnovato

Sullo stesso argomento

 

sabato 26 marzo 2016 23:10

SALERNO - Gol ed emozioni all'Arechi di Salerno. Tra Salernitana e Bari è finita con un pirotecnico 3 a 4 una gara che ha vissuto i momenti migliori nella ripresa. Camplone e Menichini, schierando le loro squadre con il modulo offensivo del 4-3-3 hanno davvero fatto sì che fosse una partita vera, avvincente, sostenuta fino alla fine. I punti servivano alla Salernitana come il pane. La retrocessione dopo questa ennesima delusione interna sembra davvero dietro l'angolo. Eppure contro il Bari che punta ai play off la squadra granata ha dimostrato coraggio e vigore. E' chiaro che alla fine i valori sono emersi per i baresi ma hanno dovuto davvero faticare tanto. Rinnovato il gemellaggio tra le due tifoserie. Oltre diciottomila presenti sugli spalti con una coreografia mozzafiato all'inizio. Primo tempo che si è chiuso sull'1 a 1. Gol di Dezi, pareggio di Donnarumma a tempo scaduto.

Poi nella ripresa le allegre difese di granata e biancorossi sono saliti sugli altari. Bari in vantaggio con Sansone e Maniero. 3 a 1 che sembrava una mazzata per i padroni di casa. Il pubblico li ha incitati ed ecco lo spirito dei ragazzi di Menichini salire a alla. Gol di Coda poi di Donnarumma. Il 3 a 3 era il risultato che, forse, i padroni di casa volevano. Poi l'impennata ancora del Bari, il gol-vittoria con Dezi che ha chiuso la gara con la Salernitana in dieci negli ultimi minuti per l'espulsione di Odjer. Contestato ancora una volta Lotito. Patron nel mirino degli ultras per un campionato che alla luce anche di questa ennesina sconfitta sembra segnato per una Salernitana che vede il baratro della retrocessione. Avvilito Menichini che è uscito dal campo tra i fischi dei tifosi granata che vedono matertializzarsi dopo appena un anno la discesa in Lega Pro. Ma finchè c'è vita c'è ancora speranza.

SALERNITANA-BARI, LA CRONACA

Articoli correlati

Commenti