Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Serie B

Vedi Tutte
Serie B

Serie B, tripudio Empoli: è di nuovo Serie A. Cadono Parma e Frosinone

Serie B, tripudio Empoli: è di nuovo Serie A. Cadono Parma e Frosinone
© LaPresse

Sesta promozione per la squadra toscana a cui basta un pari con il Novara

 

sabato 28 aprile 2018 17:00

ROMA - La quintultima giornata di Serie B sancisce la promozione in Serie A dell'Empoli che undici mesi fa aveva salutato la massima serie con la sconfitta 2-1 al Barbera contro il Palermo. Alla squadra di Andreazzoli basta un pareggio con il Novara mentre fanno rumore gli scivoloni di Parma e Frosinone sui campi di Pro Vercelli e Cesena. In chiave playoff vittoria fondamentale del Cittadella sul Foggia. L'unico 0-0 di giornata è tra Carpi e Avellino.

Empoli-Novara 1-1

Non servono fuochi d'artificio all'Empoli per griffare contro il Novara il punto che vale il ritorno in Serie A. I toscani inaugurano le marcature al 36': Di Lorenzo pennella da destra un cross basso che Caputo trasforma nel suo 25° gol stagionale. Prima dell'intervallo la squadra di Andreazzoli coglie un palo clamoroso con la conclusione da fuori di Maietta e poi viene beffata da un grande girata di Puscas al quarto minuto di recupero. Per i piemontesi è un punto prezioso nella lotta salvezza.

Pro Vercelli-Parma 1-0

L'altra squadra piemontese, la Pro Vercelli, ferma a sorpresa il Parma: i padroni di casa autografano il successo con il gol di Castiglia a inizio ripresa: sul cross di Ghiglione, sponda intelligente di Gatto per la rete del prodotto del vivaio della Juventus. 

Cesena-Frosinone 1-0

Stesso punteggio anche a Cesena dove il Frosinone cade nonostante un grande secondo tempo. La squadra bianconera spezza l'equilibrio al 53': Kupisz viene atterrato da Krajnc e Laribi non sbaglia dal dischetto. 

Ascoli-Perugia 2-2

Non basta una prestazione super di Cerri al Perugia che pareggia ad Ascoli e butta via la chance di fare uno scatto importante in ottica secondo posto. Gli umbri stappano la contesa al 17': Mustacchio crossa dalla destra per Cerri che di testa buca Agazzi. La replica della squadra di casa nasce da un'uscita avventata di Leali: il pallone finisce sui piedi di capitan Addae che affresca l'1-1 con un dolce pallonetto. Cerri completa la sua doppietta al 20' della ripresa: il prodotto del vivaio del Parma colpisce in maniera sporca ma efficace per rifinire l'azione insistita di Diamanti. L'Ascoli replica in maniera istantanea: Mogos semina il panico nell'area del Perugia e apparecchia la rete di D'Urso.

Cittadella-Foggia 3-1

Playoff sempre più vicini per il Cittadella che batte il Foggia spingendolo a -7. A inizio ripresa un autogol di Camporese porta in vantaggio i veneti: sul cross dalla sinistra, Kouame devia il pallone e il difensore del Foggia tocca involontariamente nella propria porta. L'1-0 dura solo un quarto d'ora perché Deli al 62', firma il suo ottavo gol stagionale con il sinistro. La reazione dei veneti è immediata: Schenetti con il destro approfitta dell'assist in caduta di Vido e firma il 2-1. Il Cittadella chiude i conti con lo stesso Vido, illuminato dal servizio di Kouame.


Salernitana-Brescia 4-2

Dopo 5 partite senza vittoria, la Salernitana si rilancia calando un poker contro il Brescia. Il decimo gol stagionale di Sprocati su servizio di Rosina sblocca la squadra campana dopo 27 minuti. Il pareggio porta la firma del classe 2000 Sandro Tonali a inizio ripresa: il suo splendido tiro da fuori non lascia scampo a Radunovic. La squadra di Colantuono torna avanti dopo 7 minuti con Bocalon che al terzo tiro riesce a beffare Minelli. A 20' dalla fine i campani calano il tris con l'autorete di Somma che infila la sua porta dopo l'intervento di Minelli sul cross dalla destra di Casasola. Sotto di 2 gol, il Brescia prova a riaprirla con Okwonkwo, servito splendidamente in profondità da Embalo. Il poker che spegne definitivamente il pathos è di Zito sull'assist di Odjer: dopo la rete il centrocampista si toglie la maglia e viene espulso per doppio giallo.

Spezia-Cremonese 1-0

Esordio negativo per Mandorlini sulla panchina della Cremonese. Un destro al volo di Maggiore da posizione defilata determina il successo dello Spezia che dopo 4 giornate ritrova il successo. 

Ternana-Pescara 0-3

Secondo successo consecutivo del Pescara che si allontana sempre di più dalla zona playout. A metà primo tempo gli ospiti passano con Machin: sul servizio dal fondo di Pettinari, Paoloucci rinvia sui piedi del 21enne di proprietà della Roma che insacca. Anche il raddoppio nasce da un'idea di Pettinari che fa filtrare il pallone per Capone. Il suo tiro viene murato da Defendi ma la Ternana non può nulla sul tiro di Mancuso. Alla festa partecipa nel finale anche lo stesso Capone che sigla lo 0-3 nel giorno del suo 19° compleanno.

Articoli correlati

Commenti