Hellas Verona

Vedi Tutte
Hellas Verona

Serie B, Pecchia: «Verona, cresci e vivi di entusiasmo»

Serie B, Pecchia: «Verona, cresci e vivi di entusiasmo»
© LaPresse/Spada

Il tecnico: «Gli avversari sono bravi ad analizzare i nostri difetti, ma noi pensiamo a migliorarci»

Sullo stesso argomento

 

sabato 12 novembre 2016 16:29

VERONA - Il Verona, primo in classifica a 30 punti, domani si troverà ad affrontare sul campo del Bentegodi il Novara. Così Pecchia alla vigilia: "I numeri dicono che il Novara fa fatica in trasferta ma anche che è una squadra in salute, al di là dei risultati. La scorsa gara gli mancavano quatto o cinque giocatori importanti. E ogni partita riserva sempre maggiori e nuove difficoltà, in questo caso contro una squadra costruita per una classifica diversa - dice il tecnico in conferenza stampa - E' la squadra che tira più in porta, è quarta per possesso, crea tante occasioni e ha giocatori importanti. La classifica la guardo fino a un certo punto, in campo vedo una squadra competitiva e ben allenata. I dati sono indicativi, come per il Perugia che inizialmente non vinceva ma alla lunga sta uscendo, e anche il Novara ha giocato sempre bene, ho visto la partita di La Spezia e ha meritato pur perdendo. Sono costruiti per fare un campionato diverso da quello che dice la classifica. A mio avviso sarà una partita molto aperta, tutto dipenderà dall'atteggiamento e dalla voglia di sacrificarsi".

TUTTO SUL VERONA

CRESCERE SEMPRE - "L'entusiasmo fa bene, dobbiamo vivere di entusiasmo, viviamo a Verona, viviamo il contatto con la città, ma in campo dobbiamo essere concentrati sul nostro lavoro, è l'unico modo di vincere. Dobbiamo vivere di settimana in settimana, pensando solo alla partita successiva. Noi dobbiamo crescere continuamente, gli avversari sono bravi ad analizzare i nostri difetti ma noi pensiamo a migliorarci. Cerco di sfruttare le caratteristiche di ciascuno, i miei giocatori hanno le qualità per ruotare ed alternarsi, con i tempi giusti". Il tecnico si sofferma sull'infortunio di Zuculini: "Zuculini? Ci aveva fatti preoccupare, sembrava molto più grave di quanto non sia e speriamo di poterlo avere a disposizione al più presto".  

CLASSIFICA SERIE B

Articoli correlati

Commenti