Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Under 21

Vedi Tutte
Under 21

Italia U21, Di Biagio: «Pensiamo a fare il miracolo con la Spagna»

Italia U21, Di Biagio: «Pensiamo a fare il miracolo con la Spagna»
© LaPresse/Spada

Il ct degli azzurrini: «Falso nueve? Mossa riuscita perché abbiamo vinto altrimenti stavamo qui a parlare di scelta sbagliata»

 

 

sabato 24 giugno 2017 23:44

ROMA - «Le critiche nei miei confronti? oggi abbiamo vinto, e non ci saranno. Comunque ci stanno, fanno parte del nostro lavoro. In questo caso bisogna capire dove migliorare». Questo il primo commento, fatto a caldo dai microfoni di RaiSport, dal ct dell'Under 21 azzurra Gigi Di Biagio dopo il successo sulla Germania che è valso l'accesso alle semifinali. «Oggi abbiamo fatto una buonissima gara contro un'avversaria forte - continua Di Biagio -. Il nostro obiettivo era di di vincere 1-0 e poi vedere cosa poteva succedere, e così è stato. Ora c'è da migliorare e arrivare in fondo, quindi ora subito con la testa alle semifinale». La mossa vincente è stata quella del "falso nueve", senza Petagna, e con il trio offensivo Chiesa-Bernardeschi-Berardi che non ha dato punti di riferimento agli avversari. «La mossa è riuscita perchè abbiamo vinto - sorride il tecnico -, altrimenti stavamo qui a parlare di scelta sbagliata. Abbiamo giocato bene perché abbiamo alzato il ritmo contro rivali forti, che a centrocampo a volte ci hanno messo in difficoltà. Avevo previsto il ko della Repubblica Ceca? Vedendoli, avevo notato che facevano fatica a creare gioco e oggi che dovevano fare la partita hanno avuto problemi». Adesso c'è la semifinale di martedì (ore 21) a Cracovia contro la Spagna. «Cercheremo di fare il miracolo - commenta Di Biagio - ma ora pensiamo a recuperare».

PARLA CALDARA - «Per vincere bisogna che tutti e 23 giocatori remino dalla stessa parte. Proveremo a fare il massimo anche contro la Spagna». Così Mattia Caldara ha parlato ai microfoni di Rai Sport dopo la vittoria contro la Germania. «Dopo il ko contro la Rep. Ceca? Ci siamo parlati perchè non eravamo quelli di mercoledì. Ci siamo uniti, abbiamo tirato tutto quello che avevamo dentro. Siamo felici per com'è andata e grazie alla Danimarca che ci ha fatto un favore».

CUORE BERNARDESCHI - «L'emozione è tanta io ho quando indosso questa maglia provo sempre qualcosa di speciale e particolare. Fare un gol così importante è veramente bellissimo». È un Federico Bernardeschi felice quello che, dai microfoni di RaiSport, commenta il successo dell'under 21 azzurra sulla Germania, arrivato per il suo gol al 30'. «Credo ci sia da fare tanti complimenti a questa squadra - dice ancora il talento azzurro -: con il cuore si va avanti, e non c'è niente da fare e non ci si smentisce mai. Ma ce lo meritavamo, e abbiamo avuto anche un pizzico di fortuna, visto che la Danimarca ha vinto. La nostra è stata una grande partita». Poi parla della sua rete. «Ho capito subito che avrei potuto fare gol - dice -. Ho tirato di sinistro perchè sono più sicuro». Sottolinea poi che «questa squadra è un gruppo unito e lo ripeterò sempre: siamo così. Ma sappiamo di non aver fatto ancora niente. Ora c'è la Spagna, che è la squadra che ha impressionato di più in questo Europeo. Ma se questa Italia gioca con il cuore è dura per tutti. Sappiamo che è difficile, ma possiamo arrivare tanto in alto perché abbiamo lo spirito giusto. Vengo dalla nazionale maggiore? Credo che un giocatore si debba mettere a disposizione, da solo non è niente. Io ho sempre reputato questo gruppo il mio, e sono felicissimo di farne parte».

Articoli correlati

Commenti