Rocket League: gli italiani Notorious Leagion al DreamHack di Lipsia
Altre eSports
0

Rocket League: gli italiani Notorious Leagion al DreamHack di Lipsia

Grazie alla qualificazione conquistata online, il team italiano volerà in Germania per le fasi finali di uno degli eventi più importanti del circuito professonista di Rocket League.

Al termine di una due giorni di qualifiche intense e stressanti, la Notorious Legion Esport ha fieramente annunciato che il proprio pro team di Rocket League composto da Lorenzo “Dead Monster” Tongiorgi, Tommaso “Barist” Battistoni e Alessio “Alex837” Accomando, coordinati da Marco “Laru” La Rosa nelle vesti di team manager, prenderà parte ad uno dei circuiti più importanti e rinomati della scena competitiva mondiale di Rocket League: il DreamHack PRO Circuit che si terrà a Lipsia il 15, 16 e 17 febbraio.

In questo torneo LAN dal vivo i migliori 32 team competitivi al mondo si sfidano per portare a casa una parte del montepremi complessivo di 100.000€. I nostri ragazzi sono riusciti nell’impresa di qualificarsi tra questi top team, peraltro l’unica rappresentativa italiana, dopo un’agguerrita battaglia nei gironi di qualificazioni che assegnavano i 28 posti disponibili, più i 4 assegnati su invito a team del calibro di NRG esports, Cloud9, Dignitas e TSM, due dei quali finalisti all’ultima coppa del mondo.

"Speriamo di poter rappresentare al meglio il movimento italiano di Rocket League dando il massimo e cercando di portare a casa il miglior piazzamento possibile. Sarà quindi un ottimo banco di prova per i nostri player, su uno dei palcoscenici più importanti al mondo, anche per confrontarsi con altre realtà dell’esports più grandi e più affermate. Avremo l'ccasione di imparare tanto e crescere sotto ogni punto di vista. Vi terremo aggiornati su tutta l’esperienza sui nostri profili social, dalle partite ai retroscena e su cosa significa prendere parte ad un torneo di tale caratura."

Servizio a cura di GEC - Giochi Elettronici Competitivi

Vedi tutte le news di Altre eSports

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti

In edicola

Prima pagina