Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Formula 1

Vedi Tutte
Formula 1

F1, Ecclestone: «La Ferrari sta pensando di lasciare la Formula 1»

F1, Ecclestone: «La Ferrari sta pensando di lasciare la Formula 1»
© lapresse

Il presidente emerito della Formula ha chiesto di non sottovalutare le possibilità di un clamoroso addio

Sullo stesso argomento

 

domenica 25 febbraio 2018 13:17

ROMA - Bernie Ecclestone ha rilanciato l’idea di una Formula 1 alternativa. Lo ha fatto in un’intervista al The Guardian in cui, tra le altre cose, ha confermato di guardare con interesse ad un campionato con auto ibride, contrariamente a quanto sostenuto negli anni scorsi. Secondo l’ottantasettenne inglese, presidente emerito della Formula 1, la minaccia del Presidente della Ferrari è da prendere assolutamente sul serio per il forte disaccordo della Rossa con Liberty Media, la società proprietaria del Circus. I passaggi principali dell’intervista riguardano proprio i rapporti tra la Formula 1 e la Ferrari: «Alcune persone hanno in mente una nuova serie e proprio in tal senso Sergio Marchionne ha avuto delle discussioni nelle ultime settimane. Se Marchionne si alza una mattina e decide di andare via, la posizione diventerebbe difficile per tutti, ma dal suo punto di vista non può sottostare a dei regolamenti non giusti. Non credo sia un bluff. Credo di conoscerlo abbastanza bene: non è un tipo che chiacchiera solamente. Se decide di far qualcosa, va avanti per la propria strada».

FORMULA 1 SENZA FERRARI - «Il nodo della questione è abbastanza semplice – aggiunge Ecclestone nell’intervista - La Formula 1 è la Ferrari e la Ferrari è la Formula Uno. Se vai a parlare con qualcuno nel mondo, grande o piccolo che sia, a loro non importa delle auto stradali della Scuderia. Sarebbe brutto vedere una griglia senza di loro e personalmente odierei la cosa. Se la serie avesse gli stessi elementi di quella di adesso e fosse meno costosa per i promotori, direi di si». «Ferrari - prosegue Ecclestone - avrebbe un gran seguito e molte persone si unirebbero in questo progetto. Il fattore economico è fondamentale in uno scenario di questo tipo: alcuni organizzatori, ad esempio, sono arrabbiati per la quantità di denaro che pagano per confermare il proprio posto nel mondiale. Nel caso di un progetto parallelo meno dispendioso, state certi che cambierebbero posizione abbastanza rapidamente».

Tutto sulla Formula 1 

F1, Ecclestone: «Le grid girls erano parte dello spettacolo»

Articoli correlati

Commenti