Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

F1 Red Bull, Horner: «Fatto il possibile per tenere Ricciardo»
© Getty Images
Formula 1
0

F1 Red Bull, Horner: «Fatto il possibile per tenere Ricciardo»

Il numero uno del team racconta che il rinnovo era pronto e hanno fatto di tutto per tenere il pilota australiano con loro

MILTON KEYNES - C'erano state settimane di discussioni, poi Daniel Ricciardo si era deciso, e avrebbe dovuto firmare il rinnovo contrattuale dopo il Gp di Ungheria. Invece ha scelto la Renault cogliendo di sorpresa il team manager della Red Bull Christian Horner e il consulente del team  Helmut Marko. «Ci abbiamo pensato attentamente e riteniamo di aver fatto tutto il possibile per trattenerlo», ha raccontato lo stesso Horner al magazine Autosport. «In realtà ci ha spiegato che era per lui, non per noi. Credo avesse semplicemente bisogno di intraprendere una nuova sfida. - ha detto ancora Horner - Forse era anche preoccupato del suo potenziale in relazione ala crescita di Max (Verstappen, ndr) e probabilmente in quel momento era anche incerto sul valore della Honda».

SITUAZIONE DIFFICILE - «C'è sempre un piano B. Così quando abbiamo capito che Ricciardo stava parlando seriamente, che aveva deciso di andare via, abbiamo subito optato per Pierre Gasly, in vista della prossima stagione», ha raccontato ancora Horner. Il team manager della Red Bull, infine, ribadisce che la squadra non ha mai preferito Verstappen a Ricciardo, o viceversa. «Il pilota numero uno in questa squadra è quello che sta davanti in pista. E' una regola semplice. Non gestiamo la squadra con favoritismi, e Daniel (Ricciardo, ndr) può confermarlo. Penso che sia stata una stagione difficile per lui, che ha dovuto affrontare la continua evoluzione di Max - ha concluso Horner -  e in gara i problemi accadevano più spesso a lui che a Max. In qualifica magari c'erano problemi per entrambi, poi in gara Daniel era più sfortunato. Non è stato facile».

 

Tutto sulla Formula 1

Vedi tutte le news di Formula 1

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti

In edicola