Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

F1 Haas, Magnussen: «Ai team più piccoli servono più chance»
© EPA
Formula 1
0

F1 Haas, Magnussen: «Ai team più piccoli servono più chance»

Il pilota spera in un cambio che permetta di lottare e sognare

ROMA - La F1 dovrebbe avere come obiettivo dei cambi capaci di dare ai team più piccoli maggiori possibilità di vincere le gare o almeno di andare sul podio. Ne è convinto Kevin Magnussen, che ha contribuito a dare alla Haas il suo miglior risultato dall’esordio nel campionato, con il quinto posto nel mondiale costruttori dello scorso anno. Per il 2021 la F1 starebbe lavorando a delle nuove regole, incluse un tetto ai budget, così da aumentare la competizione e livellare i gap in griglia. Negli ultimi due anni le prime tre scuderie - Mercedes, Ferrari e Red Bull - hanno monopolizzato i podi, solo in due occasioni sono saliti piloti di altri team, nell’ultimo campionato il distacco tra la Red Bull, terza, e la Renault, quarta, è stato di 297 punti.
DISTANZE RAVVICINATE - «L’ideale sarebbe un campionato dove le distanze non siano così accentuate - dice Magnussen - magari vincerebbero sempre le squadre più forti, ma sarebbe bello per gli altri team provare a vincere qualche gara, salire sul podio, così da avere qualcosa per cui lottare, qualche speranza. Oggi nei fine settimana scendi in pista e in testa sai che non potrai neanche pensare a fare un podio. E’ qualcosa che non immaginavo quando sognavo di gareggiare in questo sport, non è divertente, ma comunque è la F1 e cerchi di toglierti qualche soddisfazione facendo un buon lavoro. E’ chiaro che però si spera che tutto questo possa cambiare».

F1, tutte le news

Vedi tutte le news di Formula 1

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti

In edicola