Ferrari

Vedi Tutte
Ferrari

F1, Lauda: «Testa alla Mercedes, cuore con la Ferrari»

F1, Lauda: «Testa alla Mercedes, cuore con la Ferrari»
© Getty Images

Il tre volte campione del mondo, oggi alle Frecce d'Argento, ha partecipato ai festeggiamenti per i 70 anni del Cavallino

Sullo stesso argomento

 

domenica 10 settembre 2017 12:55

MARANELLO - Niky Lauda è uno dei grandi piloti che hanno fatto parte della storia della Ferrari nei suoi 70 anni. «Tutta la mia vita è nella parte in cui ero alla Ferrari. Io ero un giovane pilota e mi ha chiamato il Commendatore, c'era il direttore sportivo Montezemolo e appena arrivato a Fiorano, mi ha detto tu il prossimo anno guidi per la Ferrari. Nel primo anno ho fatto tanti errori; nel secondo ho vinto; nel terzo anno anno ho perso l'orecchio per un grande incidente e nel quarto ho vinto il secondo titolo e quindi per me fa parte della mia storia»

A SINGAPORE ROSSA FAVORITA Così il tre volte campione del mondo, presente a Maranello per la festa per i 70 anni del marchio del Cavallino rampante sintetizza ai microfoni di Sky Sport24 gli anni dal 1974 al 1977 in cui ha corso per la Scuderia di Enzo Ferrari. Lauda, adesso è il presidente non esecutivo della Mercedes che è in corsa per il titolo mondiale con Lewis Hamilton contro Sebastian Vettel. «È stata una giornata molto speciale per me: il cuore è con la Ferrari e la testa alla Mercedes», afferma l'ex pilota austriaco. «Per me tutto va bene. A Monza abbiamo vinto noi ma è stato un peccato per la Ferrari per la festa importante di oggi. A Singapore forse vincerà Vettel e cambieranno le cose - aggiunge Lauda - Molte volte la Ferrari è stata più veloce della Mercedes. A Spa Vettel era molto vicino, a Monza un po' meno, secondo me per un errore nel setup della Ferrari. A Singapore sarà la Ferrari la favorita ma nelle altre è difficile dire chi vincerà. Io spero Hamilton, ma ora non posso dire chi è favorito». Per Niky Lauda Sebastian Vettel potrebbe essere protagonista di un nuovo ciclo vincente con la rossa dopo il suo e quello di Michael Schumacher. «Vettel è un pilota numero uno. Il suo cuore corre per la Ferrari e se la squadra è competitiva non vai via»

CLASSIFICHE F1

CALENDARIO GARE

Articoli correlati

Commenti