IN Roma

IN Roma

Vedi Tutte
IN Roma

Sport e benessere: ecco cosa fare per un'estate serena

Sport e benessere: ecco cosa fare per un'estate serena

I consigli del dottor Gianpiero Cutolo, specialista in Medicina dello Sport, e del dottor Alessandro Danieli, fisioterapista della Fisiodanieli, per conciliare al meglio vacanza e attività sportiva

Sullo stesso argomento

 

giovedì 21 luglio 2016 11:41

L’estate è cominciata, e già alcuni di noi si stanno godendo dei meritati giorni di relax e di svago. C’è chi sceglie le grandi capitali, chi cerca ristoro al sole sulla spiaggia, oppure cerca il fresco, magari davanti a un bel panorama montano. Altri ancora invece preferiscono raggiungere o mantenere il proprio benessere fisico/psichico attraverso l’attività sportiva. Esistono centinaia di modi per mantenersi in attività, l’importante è farlo nel pieno rispetto del proprio corpo, in quanto le attività sportive sono finalizzate al benessere. Bisogna quindi calibrare gli sforzi per evitare fastidi articolari e muscolari, o peggio, dei veri e propri infortuni che possano compromettere la nostra vacanza.

«Il dolore è un campanello d’allarme che non possiamo far finta di non sentire – dice il dottor Gianpiero Cutolo, specialista in Medicina dello Sport – è il modo con cui il corpo umano ci trasmette che qualcosa non sta andando per il verso giusto. Dobbiamo quindi saperci fermare o diminuire l’intensità dello sforzo che si sta compiendo. Non è detto infatti che tutti i giorni saremo al massimo della nostra forma fisica».

«È utile individuare il tipo di carico che possiamo sopportare e il tempo per cui possiamo sostenerlo – continua il dottor Cutolo – dobbiamo decidere se vogliamo uscire di casa per farci una corsetta leggera di mezz’ora, se abbiamo intenzione di correre i 100 metri piani o se vogliamo partecipare a una maratona.  Sono tutti e tre degli ottimi obiettivi da perseguire, ma ognuno di questi richiede un’intensità e una cadenza particolare di allenamento».

È importante quindi ascoltare i segnali che ci invia il nostro corpo, primo tra tutti il dolore…. Sminuirne l’importanza può essere dannoso per noi stessi, illusi di non avere nulla quando invece una consulenza da un medico avrebbe potuto fugare ogni dubbio sulla nostra salute. 

«Una diagnosi accurata e tempestiva di uno specialista in traumatologia può, molte volte, rivelare piccoli problemi muscolo scheletrici che, se trascurati, possono aggravarsi ulteriormente». Dopo un esame mirato, anche utilizzando esami strumentali, il medico può consigliare una cura farmacologica oppure affidare il paziente a un fisioterapista preparato, che in accordo con lo specialista, decide le cure più adatte.

Il dottor Alessandro Danieli, fisioterapista della Fisiodanieli in Roma ci spiega come risolvere attraverso dei protocolli riabilitativi mirati, problemi muscolo tendinei come tendiniti o lesioni muscolari.

La Tecar® rappresenta un ottimo aiutante per le mani del fisioterapista, che può utilizzarla in maniera mirata per agire in profondità e rapidità sul problema. Un altro valido aiutante è l’hilterapia®, ovvero un laser ad alta intensità, efficace sia su problematiche acute che su patologie croniche (come l’artrosi). Il muscolo contratto o affaticato può trovare un rapido sollievo dopo essere stato massaggiato e rilassato dalle mani del fisioterapista, che anche nella stessa seduta, grazie alla Energia Vibratoria Muscolare (EVM®) potrà ottenere un risultato completo e duraturo, grazie anche all’utilizzo del Kinesiotaping, ovvero l’applicazione sulla pelle di cerotti specifici, per correggere squilibri articolari ed aiutare il recupero muscolare tempestivo. Quando un tendine si infiamma e rimane in questo stato a lungo, nonostante l’uso dei farmaci, può insorgere una calcificazione tendinea, problema fastidioso e doloroso, che può impedire il vivere sereno di una persona. Per questo il fisioterapista specializzato può utilizzare le onde d’urto, ovvero delle onde fisiche che agendo direttamente sulla calcificazione, aiutano a risolvere l’infiammazione in maniera graduale ed efficace.

Quindi godetevi le vacanze in serenità… avete degli angeli custodi pronti ad aiutarvi in qualsiasi momento!

«Quando pensiamo che le nostre prestazioni fisiche non siano soddisfacenti – conclude il dottor Danieli - è il momento di cominciare a pensare che sia arrivato il momento di riposarci un po’. Paradossalmente una delle vie più efficaci per migliorare le nostre performance sportive è proprio il riposo. Bisogna lasciare il tempo al nostro corpo di recuperare e prepararsi a una nuova e più intensa sessione di allenamento, verso mete sempre più ambite… o verso un gelato un po’ più grande».

 

www.fisiodanieli.it

Articoli correlati

Commenti