IN Roma

Vedi Tutte
IN Roma

Il Quirinetta apre la nuova stagione con Tim Hecker

Il Quirinetta apre la nuova stagione con Tim Hecker

Il 23 settembre al via il cartellone del 2016 con appuntamenti culturali a 360° e tanti ospiti internazionali

Sullo stesso argomento

 

mercoledì 21 settembre 2016 15:14

«Ci siamo appena lasciati alle spalle una grande stagione di Villa Ada» dichiara Mamo Giovenco direttore artistico del Quirinetta, ma c’è poco tempo per riposare perchè è già ora di «spostare di nuovo la macchina nel centro di Roma per proseguire con il prgetto Quirinetta». Esatto perchè da venerdì 23 settembre si apre una nuova grande stagione. «La nostra ‘base’ che mantiene sempre di più un occhio attento e scrupoloso a 360° sul fermento culturale romano, un’antenna catalizzatrice di spunti creativi dalle principali capitali europee. Ci piace che continui a essere un ambiente fertile per la crescita e la produzione di nuove sinergie».

L’apertura sarà affidata a un gigante dell musica elettronica, Tim Hecker. Il musicista e produttore discografico sarà solo il primo di tanti artisti nazionali e internazionali che si esibiranno nell’edizione 2016. Dall’indie all’elettronica, dal goth rock di Peter Murphy al blues per finire al pop. La musica è nuovamente grande protagonista della nuova stagione. Nuova stagione che vede un aumento degli spazi a disposizione, infatti continua il lavoro di riqualificazione urbana con la valorizzazione della Sala Venere che torna a prendere vita trasformandosi in un cocktail bar dove immergersi nella cultura. 

Il programma è ricchissimo: dopo l’esordio si prosegue con Yumi Zouma 30 settembre; Bianco, il cantautore torinese voce dell’indie italiano (1 ottobre); JMSN, da Marvin Gaye e Donny Hathaway (20 ottobre); UncleAcid and the deadbeats il 24 ottobre. Il 25 ottobre al Quirinetta arriverà Peter Murphy con il suo Stripped Tour dopo di che sarà il turno di Nada Surf (30 ottobre), Koop Oscar Orchestra (9 novembre), Preoccupations (fka Viet Cong), il 24 novembre, Giò Sada il 1 dicembre, Lucky Chops il 6 novembre, Digitalism il 10 dicembre e molti altri.

Ma il Quirinetta non è solo musica ma ci saranno appuntamenti culturali a 360°. Ci sarà spazio per il cinema, per il design e per le mostre di alcuni curatori indipendenti pronti a trasformare anche quest’anno il Quirinetta in una galleria d’arte contemporanea aperta a tutti.

Articoli correlati

Commenti