IN Roma

IN Roma

Vedi Tutte
IN Roma

Roma Web Fest, ecco la quinta edizione

Roma Web Fest, ecco la quinta edizione
© Vittorio Carfagna

Dal 24 al 26 novembre, al MAXXI, torna la manifestazione diretta da Janet De Nardis dedicata alle produzioni nate dal web

Sullo stesso argomento

 

martedì 18 luglio 2017 15:04

«Inizialmente si guardava con diffidenza a tutto quello che veniva dal web, così abbiamo utilizzato uno slogan come 'Il cinema ai a tempi del web' per far capire che internet non è un mostro cattivo da cui difendersi» e forse Janet De Nardis – fondatrice e direttrice del festival - e il Roma Web Fest ci sono riusciti. Oggi sono stati aperti sul sito del festival (www.romawebfest.it) i bandi per partecipare alla quinta edizione della manifestazione che si terrà nella Capitale dal 24 al 26 novembre presso il MAXXI – Museo Nazionale delle Arti del XXI.

La nuova edizione si presenta ricca di sorprese e novità tra cui quella che include la possibilità di partecipare al concorso anche con cortometraggi (web nativi), viral video e fashion film dando spazio e valorizzando in questo modo altre modalità espressive. «Fino a cinque anni fa quando si parlava di web – prosegue Janet De Nardis - si pesava solo alla pirateria e, quando siamo andati a parlare con le istituzioni, abbiamo dovuto sottolineare che c'è invece un mercato che deve essere regolamentato e tutelato affinché questo diventi un settore importante per il mercato dell’audiovisivo» e qualcuno deve averla ascoltata. Infatti, Roma Lazio Film Commission, attraverso Movieland, premierà i giovani filmmakers italiani e stranieri che sapranno valorizzare al meglio il territorio della Regione Lazio. A loro un premio di 3.000,00 Euro. Anche quest’anno è confermato il bando del Concorso “Movieland” (https://www.romawebfest.it/news-da-rwf/bando-movieland-2017/) che nel 2016 ha visto vincere la web serie “Romolo + July” divenuta poi un prodotto di grande successo.

Roma Web Fest lascia spazio anche agli studenti di scuole e Università che avranno l’opportunità di presentare in modo gratuito la propria puntata pilota oppure di partecipare ai pitch con alcuni dei produttori e broadcasters più importanti d’Italia ai quali esporre idee innovative e progetti interessanti. 

Articoli correlati

Commenti