IN Roma

IN Roma

Vedi Tutte
IN Roma

Back to school

Back to school

Calendari, scadenze, e il nuovo esame di terza media: ecco tutto quello che c'è da sapere sull'anno scolastico 2017/2018

Sullo stesso argomento

 

martedì 5 settembre 2017 12:12

L’estate è ormai agli sgoccioli e per migliaia di ragazzi e bambini è già tempo di pensare al ritorno sui banchi di scuola, tra nostalgia, entusiasmo e forse anche un pizzico di paura per il primo giorno. Quest’anno inizierà tra conferme e tante novità e, se muoversi all’interno dei siti web istituzionali può essere complicato, ecco qualche informazione pratica che sarà d’aiuto anche ai genitori. La Regione Lazio ha già ratificato il calendario per l’anno scolastico 2017/2018, confermando il programma pluriennale valido per tutte le scuole regionali di ogni ordine e grado: le lezioni avranno inizio il 15 settembre 2017 e termineranno l’8 giugno 2018 (il 30 giugno per le scuole dell’infanzia), con possibilità per i singoli istituti di effettuare degli adattamenti, pur rispettando alcuni limiti. Se pensate al riposo ancora prima di cominciare a studiare, non dimenticate le vacanze e i ponti, già stabiliti dal calendario: le lezioni saranno sospese, come di consueto, per le festività nazionali (1° novembre, 8 dicembre, 25 aprile, 1° maggio, 2 giugno, e per la Festa del Santo Patrono), e la Regione ha stabilito la chiusura delle scuole dal 23 dicembre 2017 al 6 gennaio 2018 per le vacanze di Natale, e dal 29 marzo al 3 aprile 2018 per quelle pasquali. 

L’offerta del Comune di Roma prevede, con l’aggiunta di una quota contributiva, servizi di mensa e trasporto riservato scolastico, quest’ultimo regolamentato da linee guida approvate di recente. Nell’ambito del diritto allo studio, l’amministrazione capitolina eroga anche dei sussidi per l’acquisto di libri di testo: il “Buono Libro Digitale” potrà essere richiesto nel portale online fino al 30 novembre 2017, solo per nuclei familiari con ISEE non superiore a 10.632,94 euro. La novità di quest’anno riguarda l’attuazione di alcuni decreti della “Buona Scuola”: in particolare, cambia lo svolgimento dell’esame del I ciclo (l’esame di terza media), che vede “sparire” le prove Invalsi, spostate durante l’anno, e il ritorno a tre prove scritte, italiano, matematica e lingue straniere, seguite dal colloquio orale. La riforma della Maturità, invece, slitta al 2019. Ma forse siamo andati troppo oltre: il nuovo anno scolastico deve ancora iniziare, i preparativi fervono, e intanto i giovani si godono gli ultimi giorni di vacanza.

 

Per maggiori informazioni:

http://www.regione.lazio.it/rl_istruzione_giovani

http://www.comune.roma.it/dipscuola

Articoli correlati

Commenti