IN Roma

Cinema

Vedi Tutte
Cinema

Maria Mazza: «Maradona al San Carlo? Non è stata un'eresia»

Maria Mazza: «Maradona al San Carlo? Non è stata un'eresia»

La showgirl, al teatro Delle Palme dal 21 gennaio, racconta il ritorno a Napoli del Pibe de Oro: «In città c'era un'atmosfera pazzesca»

Sullo stesso argomento

 

giovedì 19 gennaio 2017 16:27

ROMA - Maria Mazza torna a teatro. Lo farà a Napoli, al Delle Palme dal 21 gennaio con una divertente commedia al fianco di Lucio Pierri e Lello Radice. «'Il bello della diretta' è uno spaccato della tv di oggi nel quale si assiste ad una commistione fra il teatro e la televisione stessa», ci ha raccontato Maria Mazza. «In questo spettacolo io mi metto in gioco tantissimo. Posso garantirvi che non è affatto semplice recitare su un palcoscenico, è davvero molto stancante. Ho ritrovato il piacere di lavorare a teatro, erano tre anni che non lo facevo. Io sono nata in tv e lì mi sento a casa ma ritrovarmi davanti ad un pubblico differente ogni sera per me è un qualcosa di unico: al teatro non si può bluffare visto che non hai un altro ciak per rimediare all'errore».

Per Maria Mazza l'impegno sarà doppio perché oltre ad essere la protagonista dello spettacolo, interpreterà anche una ragazza dalle mille sfaccettature, «una ragazza con un cervello limitato. Sposata ma con un amante in grado di farla lavorare in tv che è il suo unico vero obiettivo. Se sarò nervosa? Prima di salire sul palco l'emozione c'è e poi attendo con ansia gli applausi finali, il momento più bello di questo mestiere. Speriamo che ci saranno, ovviamente», ha aggiunto la showgirl napoletana.

A proposito di teatro: dal Delle Palme al San Carlo, il teatro che ha visto il grande ritorno a Napoli di Maradona per lo spettacolo di Siani "Tre di Dieci". Maria Mazza non è riuscita ad assistere allo show del Pibe de Oro: «Purtroppo ero impegnata con le prove dello spettacolo ma ho percepito in città un'emozione unica, hai visto che alle fermate dei bus c'erano le scritte: "Bentornato Diego"? Pazzesco!». Eppure c'è chi ha storto il naso nel vedere Diego nel teatro-tempio di Napoli: «Il San Carlo è uno dei palcoscenici più importanti del mondo ma Diego è il Dio del calcio, quindi non ci vedo nulla di male».

Il Napoli, l'altro grande amore di Maria: «Mi piace molto la squadra di Sarri, speriamo che quest'anno possa regalarci grosse soddisfazioni. Higuain? Ti dico la verità, io sono sempre stata una tifosa di Cavani, sapero che il Pipita non sarebbe rimasto a Napoli. Comunque è un grande campione. Se vado allo stadio? Certo, quando posso non manco mai. Ho portato anche mia figlia Sveva di due anni al San Paolo per una partita di Champions. Si è spaventata, non è andato benissimo l'esperimento». Ci sarà tempo per farle cambiare idea...

Articoli correlati

Commenti