IN Roma

Eventi

Vedi Tutte
Eventi

L'estate tra musica e cabaret con Porta di Roma “Live”

L'estate tra musica e cabaret con Porta di Roma “Live”

Dal 1° al 31 luglio, torna per il quarto anno, e con 18 diversi appuntamenti, la manifestazione estiva tra intrattenimento e grandi concerti

Sullo stesso argomento

 

venerdì 16 giugno 2017 16:51

Concerti, spettacoli e cabaret. L’estate romana si arricchisce con uno degli appuntamenti clou della stagione che anche quest’anno torna a rendersi protagonista nella Capitale. Parliamo di Porta di Roma “Live” che per questa nuova edizione punta decisamente in alto: supera, e di molto, gli 11 appuntamenti del 2016 arrivando a proporre 18 serate uniche. La kermesse torna nella solita location della galleria commerciale Porta di Roma e si sviluppa durante tutto il mese di luglio. L’apertura ufficiale, il 1° luglio, sarà affidata al concerto di Michele Zarrillo reduce dall’esperienza del Festival di Sanremo con il brano Mani nelle Mani. Dopo di lui è lunga la lisa dei grandi cantanti che parteciperanno alla manifestazione estiva: Fabio Concato, i Planet Funk, Sergio Sylvestre, Renzo Rubino, The Swingers Orchestra with Riccardo Mei, Clementino, Francesco Baccini, Goran Bregovic, Orchestra Popolare La notte della taranta, Tullio de Piscopo, Cristina D’Avena & Gem Boy, Enzo Avitabile & Bottari.

Per quanto riguarda il cabaret e gli spettacoli comedy il parterre è altrettanto d’eccezione, si partirà il 6 giugno con una colonna della comicità romana, Maurizio Mattioli, poi la settimana dopo arrivano i Villa Perbene, e via di seguito Franco Neri, Andrea Perroni prima della grande chiusura, prevista per il 30 luglio, ad opera di Max Giusti.

Quella che si appresta a iniziare è la quarta edizione della kermesse, ed è quindi anche con orgoglio che Filippo de Ambrogi, direttore della galleria commerciale Porta di Roma, afferma che «il festival è oramai parte integrante dell’Estate romana. Quello che un tempo era stato avviato come semplice intrattenimento per la nostra clientela, infatti, si è ormai trasformato in un vero e proprio festival di qualità atteso dal pubblico romano».

Articoli correlati

Commenti