IN Roma

Zucchero, lime e rum: gli ingredienti per un elisir cristallino
Gusto
0

Zucchero, lime e rum: gli ingredienti per un elisir cristallino

Giovedì all'Ex Dogana sei bartender si sfideranno a colpi di Daiquiri: il cocktail sour più apprezzato da Ernest Hemingway

Giovedì 6 settembre all’Ex Dogana si celebra uno dei drink più facili da realizzare, un elisir cristallino, essenziale, il Daiquiri. Le sue origini vengono fatte risalire al 1898 quando vi fu la guerra tra Stati Uniti e Spagna, dopo l'affondamento della nave Maine nel porto de L'Avana. Secondo gli storiografi un marine sbarcò in un piccolo villaggio nei pressi di Santiago di Cuba, precisamente a Daiquiri. Qui per placare la sete entrò in una baracca che fungeva da mescita. Rifiutandosi di bere rum liscio, lo fece allungare con succo di lime e poi lo corresse ulteriormente con un po' di zucchero. Nacque così il Daiquiri, che farà il suo ingresso in ambito letterario nel 1920 nel romanzo di Francis Scotto Fitzgerald, “Di qua dal paradiso”. Leggenda vuole che questo cocktail sour fosse uno dei più apprezzati dallo scrittore Ernest Hemingway, che non mancava di gustarlo durante le lunghe notti trascorse a L’Avana. Per quanto riguarda il cinema, invece, viene ripetutamente citato nel film “Il Nostro agente all’Avana” di Carol Reed (1959); in “Improvvisamente l’estate scorsa” diretto da Joseph L. Mankiewicz nel 1959) offerto da Katharine Hepburn a Montgomery Clift- E ancora un Daiquiri viene servito con aggiunta di arsenico in “Assassinio allo specchio” di Guy Hamilton (1980), tratto dall’omonimo romanzo di Agatha Christie e compare anche ne “Il padrino- parte II”, diretto da Francis Ford Coppola nel 1974, ordinato da Fredo Corleone mentre è a colloquio con il fratello Mike.

Tornando alla serata di giovedì, tutti coloro che vi prenderanno parte avranno la possibilità di assaggiare sei twist sul Daiquiri creati da altrettanti bartender, ai quali potranno essere attribuite da una a cinque stelle. Il bartender che avrà totalizzato un maggior numero di stelle vincerà un ricco premio, mentre coloro che voteranno avranno l’occasione di seguire un corso per imparare a fare un ottimo Daiquiri anche da casa. Due sono, innanzitutto, le regole da tenere bene a mente: utilizzare agrumi perfettamente maturi e rispettare le dosi. Per un Daiquiri indimenticabile utilizzare 4,5 cl di rum, 2 cl di succo di lime o limone e 0,5 cl di sciroppo di zucchero. Questo straordinario cocktail, inoltre, si presta anche a diversi abbinamenti: crostacei, pesce al forno, puerco asado, involtini di pasta sfoglia e wurstel, pollo fritto alla giapponese e spiedini con salsa marocchina. Ottimo anche come marinatura per il pesce. Di certo non vi basterà bere del Daiquiri per scrivere romanzi come Hemingway, ma se volete trascorrere una serata in compagnia di questo ottimo cocktail, per salutare l’estate che ormai volge al termine, quella di giovedì all’Ex Dogana è una serata da non perdere. 

Vedi tutte le news di Gusto

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti