Spettacolo

Vedi Tutte
Spettacolo

Daniele Pecci porta l'Amleto al Teatro Quirino

Daniele Pecci porta l'Amleto al Teatro Quirino

Una delle opere più importanti di Shakespeare arriva a Roma dal 18 al 30 ottobre in una versione riadattata e rivisitata dall'attore e regista romano

Sullo stesso argomento

 

lunedì 17 ottobre 2016 16:27

«Essere o non essere questo è il problema». Bastano poche parole per proiettare tutti nel mondo di Shakespeare e in una delle sue opere più belle e famose, l’Amleto. Da molti è considerato il testo teatrale più importante dell’era moderna e da domani fino al 30 ottobre una sua rivisitazione sarà sul palco del Teatro Quirino. Il testo che andrà in scena al teatro romano sarà un adattamento (leggermente tagliato altrimenti durerebbe oltre 4 ore) di Daniele Pecci che si è anche occupato della regia, coadiuvato da Raffaele Latagliata

Un uomo da solo con la sua coscienza e la sua paura si pone le domande esistenziali della vita. Esiste il “nostro” futuro? Esiste il destino? Queste domande sono da sempre un ponte tra noi stessi e quell’uomo shakespeariano vissuto nel 1600. Il testo dell’Amleto rappresenta una delle analisi più profonde dell’umano sentire in rapporto alle problematicità del vivere quotidiano. Il Bardo è stato tra i primi a capire, e soprattutto a raccontare a tutti, le tante contraddizioni dell’essere umano di fronte alla vita: il futuro, il destino, l’amore, le ingiustizie, le controversie, il dolore, la perdita ecc.

«In questo senso per me, è il testo più moderno, più urgente, e come tale mi sprona più di ogni altro alla sua rappresentazione, anche in veste registica. Il mio impegno è quello di proporre al pubblico contemporaneo, uno spettacolo contemporaneo. Non già con l’intento di mediare, sovrapporsi, o nella migliore delle ipotesi, aggiungersi, alla miriade di interpretazioni che dal 1601 ad oggi sono state fatte; sarebbe un esercizio di stile fine a se stesso e soprattutto assolutamente vano per il pubblico nuovo, del quale ci sentiamo di dover tenere conto in maniera particolare». Queste le parole dell’attore e regista Daniele Pecci che sul palco sarà accompagnato da Maddalena Crippa e un cast di oltre 10 eccezionali attori. Le rappresentazioni sono in programma dal martedì al sabato alle ore 21, giovedì 20 ore 17, mercoledì 26 ore 17, sabato 29 ore 17 e 21, domenica sempre ore 17.00.

Articoli correlati

Commenti