Cinemotori

Vedi Tutte
Cinemotori

Veloce come il vento, la De Angelis come una giovane Cerruti

Veloce come il vento, la De Angelis come una giovane Cerruti

Il regista Matteo Rovere: "Michela fonte di ispirazione per il personaggio di Giulia". 

Sullo stesso argomento

 Francesco Colla

venerdì 15 aprile 2016 16:55

ROMA - Abbiamo già diffusamente parlato di Veloce come il vento, film di vita e di corse, diretto da Matteo Rovere e interpretato da uno straordinario Stefano Accorsi nei panni di un ex pilota, ora tossicodipendente, che diventa suo malgrado tutore della sorella minore interpretata da Matilda De Angelis, giovane promessa del cinema italiano che veste i panni, anzi la tuta, di Giulia De Martino, pilota nel campionato GT. Ma è doveroso sottolineare che se il personaggio di Accorsi è stato liberamente ispirato all'ex campione Carlo Capone, quello della De Angelis ricalca parzialmente Michela Cerruti (attualmente impegnata nel campionata TCR al volante di un'Alfa Giulietta), che la troupe ha avuto più volte modo di incontrare durante le riprese tra Imola, Mugello e Vallelunga. 

DONNA E PILOTA - “Abbiamo conosciuto Michela -  ha dichiarato il regista - durante la stesura della sceneggiatura. Lei insieme a Luli del Castello e Valentina Albanese, è stata una delle fonti di ispirazione del personaggio di Giulia De Martino, che in qualche modo vuole omaggiare tutte le velocissime donne pilota che partecipano ai diversi campionati. Delle lunghe chiacchiere con Michela ci aveva stupito la grande dedizione alla preparazione fisica, oltre a diversi accorgimenti che usava per gestire al meglio le faticosissime gare. Siamo stati costantemente in contatto con lei durante tutta la lavorazione, cercando ispirazione e confronto per la creazione di un personaggio che fosse il più possibile realistico. Michela ci ha spiegato numerosi aspetti della vita di pilota donna, non solo da un punto di vista strettamente tecnico, ma anche emotivo e relazionale. Cinematograficamente è un personaggio molto interessante, che gareggia costantemente con gli uomini, battendoli spesso, e il racconto del suo essere una vera donna di sport ai massimi livelli ci ha ispirato tantissimo.”

 

Articoli correlati

Commenti