Corriere dello Sport

L'edizione digitale è su tablet e smartphone. Provala gratis

Eicma

Vedi Tutte
Eicma

Eicma 2015, BMW G310R, la naked giovane

Eicma 2015, BMW G310R, la naked giovane

La Casa dell'Elica ha portato al Salone di Milano una inedita entry level compatta pensata per i più giovani: le immagini.

Sullo stesso argomento

dal nostro inviato Federico Porrozzi

mercoledì 18 novembre 2015 13:50

MILANO - Compatta, facile, accessibile. Il marchio bavarese sorprende tutti e per la prima volta presenta al pubblico una Roadster con cilindrata inferiore ai 500 cc, con l’obiettivo di ritagliarsi una fetta di mercato anche tra i giovanissimi. Le carte in regola per fare breccia nel cuore dei motociclisti in erba, questa naked G310R, le ha tutte: nata in collaborazione con TVS Motor Company, terzo costruttore di motociclette indiano per volumi prodotti, la “piccola” BMW dovrebbe presentarsi sul mercato con un prezzo contenuto e pronta a contrastare la KTM, regina del segmento con la sua 390.

Nelle linee, ricorda la sorella maggiore F800R: coda stretta e rastremata e frontale essenziale, a far da contrasto ad una parte centrale motore-serbatoio piuttosto “corposa”. Da evidenziare la presenza dei bei cerchi neri a cinque razze e del puntale copri-motore. La G310R, che pesa 158,5 kg, è spinta da un motore monocilindrico da 313 cc, raffreddato a liquido e dotato di quattro valvole, due alberi a camme in testa e iniezione elettronica. Ha una potenza di 34 Cv a 9.500 giri e una coppia di 28 Nm a 7.500 giri. La particolarità tecnica è che il propulsore adotta un cilindro inclinato verso la ruota posteriore e la testata ruotata di 180 gradi, con condotto di aspirazione davanti e quello di scarico dietro. Una soluzione scelta, in alcuni casi, per le moto da “off-road”.

La ciclistica prevede un telaio in tubi d’acciaio, su cui sono stati montati una forcella anodizzata a steli rovesciati e un forcellone a doppio braccio in alluminio, privo di leveraggi e ancorato direttamente al monoammortizzatore. L’impianto frenante è caratterizzato, anteriormente, da un disco da 300 mm e da una pinza ad attacco radiale. Dietro, invece, lavora un disco da 240 mm con pinza flottante a due pistoncini.

 

Articoli correlati

Commenti