Gare

Vedi Tutte
Gare

Formula E, a Monaco il debutto europeo

Dopo sei gare tra Asia e America, il mondiale delle monoposto elettriche è pronto a sbarcare in Europa per il gran finale: il 9 maggio Montecarlo ospita il primo di quattro round nel Vecchio Continente. Di Grassi guida la classifica, ma il connazionale Piquet è a un solo punto di distanza. 

 

venerdì 8 maggio 2015 09:11

Quando, lo scorso settembre, presentavamo l'e-prix inaugurale di Pechino non ci saremmo attesi un campionato così emozionante. La prima stagione dell Formula E, giunta al settimo round, è stata ricca di colpi di scena e a quattro gare dalla fine sono almeno cinque i piloti che possono lottare per la conquista del titolo. Domani, sabato 9 maggio, si corre a Montecarlo e il brasiliano Lucas Di Grassi (Audi Sport ABT) arriva nel principato forte della leadership con 75 punti in classifica generale: ma potrebbe essere un vantaggio effimero. Il connazionale Piquet Jr (NEXTEV TCR) lo segue a un punto di distanza in virtù della vittoria colta nell'ultima gara a Long Beach. A 74 punti troviamo l'altro figlio d'arte, Nicolas Prost (e.dams Renault), a sua volta seguito dal compagno di squadra Sébastien Buemi. Chiude la top five il britannico Sam Bird (Virgin Racing) che dopo un ottimo inizio di stagione è reduce da alcune gare sfortunate.


Ora le monoposto Spark-Renault SRT01_E si preparano ad inseguirsi nelle strade monegasche in un tracciato inedito, che comprende la linea di partenza-arrivo, la nuova curva di Sainte-Dévote, l’area della Piscina e la celebre Rascasse: dodici curve, 1,76 km e 47 giri, per una prova che si annuncia spettacolare. Nel principato, oltre allo show dei motori (elettrici) è atteso anche l'ormai consueto parterre di celebrità: a Long Beach oltre a Leonardo DiCaprio (co fondatore del team Venturi), c'erano anche Adrien Brody e la splendida Irina Shayk (vedi gallery).  La giornata di gare può essere seguita in diretta, dalle qualifiche del mattino fino al semaforo verde, su Fox Sports 2 HD: al commento della corsa, insieme a Roberto Marchesi, anche Michela Cerruti.

Per Approfondire