Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Gare

Vedi Tutte
Gare

WTCC, a Mosca Honda rompe lo strapotere Citroen

Ivan Muller vince in gara 1 guadagnando punti preziosi sul leader Lopez, ma in gara 2 è la Honda di Monteiro a tagliare per primo il traguardo.

 

Sullo stesso argomento

di Francesco Colla

lunedì 8 giugno 2015 10:38

Bella giornata di gare al Moscow Raceway, teatro del sesto round stagionale del Mondiale Turismo 2015. Citroen sempre protagoniste ma Honda alla riscossa con Monteiro che vince la seconda manche.

LA PRIMA A CITROEN - In gara 1 è stato protagonista il campionissimo Yvan Muller, che ha preceduto al volante della sua Citroen  il compagno di squadra José María López e la Honda di Gabriele Tarquini, bravo a resistere agli assalti della LADA di Rob Huff e a conquistare il primo podio stagionale. Tom Chilton conclude sesto (dietro a Ma Qing Hua) e vince nel Trofeo Yokohama Piloti. “E’ stata una gara molto lunga, ma bella. Chiedevo in continuazione quanto mancava perché il tempo sembrava non passare mai. E’ stata una gran fatica, anche se da fuori potrebbe non apparire tale”, ha detto Muller. Norbert Michelisz chiude settimo davanti a Tiago Monteiro, Sébastien Loeb e Jaap Van Lagen. Tom Coronel ha perso terreno nel primo giro dopo un contatto con Jaap Van Lagen, con il primo che è finito nella via di fuga. Mehdi Bennani è invece stato colpito da Stefano D’Aste scivolando indietro. Contatti che hanno visto protagonisti anche i giovani Grégoire Demoustier e John Filippi.

RISCOSSA HONDA - Gara 2 è iniziata come di consueto a griglia invertita e Tiago Monteiro, scattato dalla pole, ha dominato la gara chiudendo davanti a Rob Huff, autore di una grande rimonta, con Norbert Michelisz 3° e vincitore nel Trofeo Yokohama Piloti. Nicky Catsburg è stato autore di un gran debutto con la LADA e ha tagliato il traguardo 4° davanti a Ma Qing Hua, molto combattivo a centro gruppo. Ritirato Gabriele Tarquini dopo un contatto con Catsburg. Gara da dimenticare per José María López, arrivato 12°. L’argentino ha dovuto scontare un drive-through per partenza anticipata mentre era in lotta per il 6° posto con la Citroën di Yvan Muller. I due ora sono separati da 35 punti in classifica piloti, con Lopez al comando con 199 punti.

Per Approfondire

Commenti