Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Gare

Vedi Tutte
Gare

Targa Florio 100, trionfo Andreucci su Peugeot alla Cursa

Targa Florio 100, trionfo Andreucci su Peugeot alla Cursa

Il campione della Garfagnana vince la centesima edizone della gara più antica del mondo precedendo un sorprendente Nucita e rafforza la leadership nel Campionato Italiano Rally. 

Sullo stesso argomento

 Francesco Colla

domenica 8 maggio 2016 16:02

ROMA - Il terzo round stagionale del Campionato Italiano Rally aveva fin dalla vigilia un sapore molto, molto speciale. Quando in palio c'è la possibilità di scrivere il proprio nome accanto all'edizione numero 100 nell'albo d'oro della Targa Florio è ovvio che non si potesse trattare di una gara come le altre. A maggior ragione per Paolo Andreucci già nove volte vittorioso alla Cursa e giunto in Sicilia col chiaro obiettivo di centrare il decimo successo in carriera nella gara più antica del mondo. Missione compiuta: il campione della Garfagnana assieme alla navigatrice Anna Andreussi al volante della Peugeot 208 T16 R5, si aggiudicano la 100esima edizione della Targa, gara organizzata dall'Automobile Club di Palermo insieme all'Automobile Club d'Italia. Una gara con un doppio volto, come accadrà spesso in questa stagione, con il nuovo regolamento che attribuisce punteggi per ogni singola tappa, e che ha visto nella prima giornata di gara il successo di Giandomenico Basso, Ford Fiesta R5 alimentata a Gpl, e nella seconda giornata di gara la vittoria del padrone di casa Andrea Nucita, Ford Fiesta R5, in coppia con il fratello Giuseppe.

SEMPRE PIU' LEADER - Nella classifica combinata, quella che ha decretato il vincitore della Targa 100, la vittoria è andata a come detto a Paolo Andreucci, davanti al già citato Nucita e alla Skoda Fabia R5 di Umberto Scandola, veloce ma con ancora qualche piccolo problema di assetto. Sfortuna invece, in questa seconda giornata per il trevigiano Giandomenico Basso che si è visto sfumare il podio in seguito per un problema di trasmissione alla sua Ford alimentata a Gpl sulla prova di Campofelice di Roccella. Con i punti conquistati Paolo Andreucci rafforza la sua leadership nel campionato, davanti a Basso e al veronese Scandola.

BAGNO DI FOLLA - Al termine della Targa Andreucci ha commentato: “Che gara! Per quanto mi riguarda la più suggestiva di questo campionato e poi è la decima del Targa Florio! Non so se essere più contento perché ne ho vinte 10 o triste perché significa che la prima volta avevo 10 anni di meno… A parte gli scherzi è stata una sfida davvero entusiasmante. Battagliata dall’inizio alla fine, con condizioni meteo variabili che hanno mischiato di continuo le carte in tavola. In ogni assistenza le certezze nella scelta delle gomme erano poche, per fortuna le Pirelli che abbiamo montato di volta in volta sono state sempre la scelta giusta e mi hanno dato la confidenza giusta per poter essere sempre all’attacco. Ringrazio tutti per essere riuscito ad ottenere questa vittoria ma soprattutto ringrazio il pubblico siciliano! Ogni volta resto meravigliato e stupito dall’atmosfera che si respira qui. Non potete capire la carica che ti trasmette vedere attraverso il parabrezza della mia 208 la passione del pubblico siciliano! Sono loro i veri vincitori del Targa Florio!”

RALLY JUNIOR - Alle spalle dei primi tre ottime le prove dei piloti di casa Marco Runfola e Totò Riolo entrambi su Peugeot 208 T16 R5 che chiudono rispettivamente quarto e quinto assoluto separati solo da un decimo di secondo. Bella la lotta tra gli iscritti al Trofeo Rally Asfalto con Simone Tempestini, che ha dominato le due giornate seguito da Stefano Baccega e Antonio Rusce. Gara entusiasmante e ricca di sfide anche quella tra i giovanissimi del Campionato Italiano Rally Junior che in Sicilia ha avuto due vincitori: in gara uno vittoria ieri per Giuseppe Testa, oggi il successo è andato Marco Pollara, già avversario del molisano sulle prove del Sabato. Sulle strade delle Madonie si è poi disputata anche la corsa per il titolo tricolore 2RM con il reggiano che ha vinto in entrambe le giornate con una Renault Clio R3C. Ferrarotti è ora al comando della classifica di Campionato davanti al lucchese Luca Panzani che domina la classifica del del Trofeo Clio R3t Top. Nel Campionato Italiano R1, doppio successo del toscano Jacopo Lucarelli che non ha ceduto agli attacchi degli vversari Claudio Vallino, Gianluca Saresera e Lorenzo Copper principali attori anche del Suzuki Rally Trophy con le performanti Swift R1.

HISTORIC E CLASSIC - Nell'Historic Rally ha preso il comando nella prova inaugurale in notturna nel centro di Collesano e l'ha mantenuto fino al traguardo di Cefalù il già F.1 Erik Comas nella competizione valida per il Campionato Italiano Rally Auto Storiche, aggiudicandosi il 2° Raggruppamento navigato da Roche Yannick sulla Lancia Stratos. Ma è stato emozionante il duello per le vittorie parziali (7 quelle di Comas) delle prove speciali con “Lucky” e la navigatrice dai grandi trascorsi nel Mondiale Fabrizia Pons. L'equipaggio sulla Lancia Delta Integrale sale così sul secondo gradino del podio virtuale con 2 scratch in totale conquistando il successo nel 4° Raggruppamento. Terzo miglior crono totale per il valtellinese Lucio Da Zanche con al fianco Daniele De Luis, efficaci nel prendere le misure all'esordio sulla loro “nuova” Porsche Carrera. Scorrendo le graduatorie, il 3° Raggruppamento è dei liguri Maurizio Rossi e Riccardo Imerito sulla Porsche 911 dopo il ritiro, causa inconvenienti alla frizione, dei leader della prima parte del rally Natale Mannino e Giacomo Giannone, anche loro su 911. Nel 1° Raggruppamento successo casalingo per il madonita Pierluigi Fullone, navigato da Riccardo Altopiano su BMW 2002 TI. La centesima Targa Florio si è conclusa anche con l'arrivo del Ferrari Tribute e della Classic, la competizione di regolarità che ha visto tra i migliori protagonisti gli equipaggi Moceri-Bonetti su Fiat 508 C, Passanante-Pisciotta con la Fiat 1100 e Accardo-Messina anche loro su Fiat 1100.

Articoli correlati

Commenti