Gare

Vedi Tutte
Gare

24 Ore di Le Mans, giapponesi all'arrembaggio

24 Ore di Le Mans, giapponesi all'arrembaggio

Due Toyota pilotate da giapponesi in prima fila dopo le qualifiche. In GTEPro Aston Martin firma la pole

 Francesco Colla

venerdì 16 giugno 2017 02:16

LE MANS – Atmosfera bollente sulla Sarthe. E non solo per il caldo, atteso da domani a Le Mans, ma per l'atmosfera carica sia in pista che fuori, dove il già numeroso pubblico ha rumorosamente assistito alla pole di Kamui Kobayashi, che sulla Toyota TS050 numero 7 ha sbriciolato i precedenti record mettendo a segno un epico 3:14.791 durante la prima sessione del giovedì. Prolungata di 30 minuti a causa di un lungo regime di bandiera rossa provocato dall'incidente della Ligier numero 33 alla Mulsanne.

Prima della bandiera rossa la Toyota numero 8 era stata rallentata da un problema alla pressione dell'olio. Evidentemente risolto, dal momento che Nakajima ha firmato il secondo miglior tempo di giornata: 3:17.128. Seguono le Porsche numero 1 e 2: Lotterer, Jani e Tandy hanno chiuso con un crono di 3:17.259, Bernhard, Hartley e Bamber seguono a 3:18.67, con un gap dal poleman di 3.276 secondi. Quinto tempo per la terza Toyota , con Lapierre, Lopez e Kunimoto a 3:18.625, a precedere l'unica LMP1 privata del team ByKolles.

In LMP2 prevedibile parata Oreca, con la vettura numero 26 del team G-Drive Racing che stampa il miglior tempo: 3:24.170. La prima delle Alpine si è classificata 14esima, con Ragus al volante della Signatec Mamut A470 numero 35 che ha concluso con un crono di 3:27.517. Tra le Dallara si è distinto l'ex ferrarista Rubens Barrichello, 23°, a precedere la Cetilar Villorba Corse del terzetto Belicchi-Sernagiotto-Lacorte.

In GTEPro pole position per la Aston Martin Vantage numero 97: Turner ha chiuso le qualifiche con un tempo di 3:50.837, seguito dalla Ferrari 488 GTE AF corse di Calado, staccato di 2 decimi.

La migliore delle GTEAm è stata invece la Chevrolet Corvette C7.R del team Labre Competition, grazie a un tempo di 3:52.843 firmato da Rees. 

 

Articoli correlati

Commenti