Green

Vedi Tutte
Green

Audi e Volkswagen, l'impegno per la rete di ricarica elettrica

Audi e Volkswagen, l'impegno per la rete di ricarica elettrica

In tre anni è prevista l'installazione di 200 stazioni di ricarica veloce "multi-standard", 180 in Italia e 20 in Austria

Sullo stesso argomento

 A.V.

domenica 22 gennaio 2017 15:06

ROMA - Audi e Volkswagen hanno aderito al progetto EVA+ - Electric Vehicles Arteries - un’iniziativa coordinata da Enel cui aderiscono anche Verbund (la principale utility austriaca) e le Case automobilistiche Renault, Nissan e BMW. L’obiettivo è quello di realizzare un’infrastruttura di ricarica veloce per veicoli elettrici lungo le principali strade e autostrade di Italia e Austria. Nel corso di tre anni, il progetto prevede l’installazione di 200 stazioni di ricarica veloce “multi-standard”, 180 in Italia e 20 in Austria.

VOLKSWAGEN - Volkswagen è impegnata anche in altri programmi di sviluppo della mobilità elettrica: il progetto SLAM finalizzato a creare una rete di stazioni di ricarica dislocate nei punti strategici del traffico in Germania a cui si aggiunge la partecipazione al consorzio europeo che sviluppa il progetto V-Charge, in cui i veicoli elettrici a guida autonoma accedono ai parcheggi scambiatori ricercando e raggiungendo autonomamente un posto libero o una postazione di ricarica induttiva.

AUDI - Per Audi la partecipazione al progetto EVA+ si affianca al protocollo d'intesa con Porsche, BMW Group, Daimler AG e Ford Motor Company finalizzato a creare la rete di ricarica ad alta velocità più grande d’Europa. L’obiettivo è la realizzazione entro il 2020 di migliaia di stazioni di ricarica ultra-veloce e ad alta potenza (fino a 350 kW) per consentire viaggi a lungo raggio ai conducenti di veicoli elettrici a batteria. Inoltre, Audi ha recentemente installato in Alta Badia una serie di colonnine di ricarica a disposizione di tutti i possessori di auto elettriche con la finalità di integrare tecnologie sostenibili con il territorio.

Articoli correlati

Commenti