Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

News motori

Vedi Tutte
News motori

Seat Leon mette d'accordo Polizia e Carabinieri

Seat Leon mette d'accordo Polizia e Carabinieri

Per la prima volta Polizia di Stato e Arma dei Carabinieri scelgono la stessa auto: consegnate le prime Leon con motore TDI 2.0 da 150 cv

Sullo stesso argomento

 Francesco Colla

lunedì 6 luglio 2015 09:23

Seat ha consegnato a Verona (città dove sorge il quartier generale italiano Volkswagen) le prime Leon che entreranno in servizio nella Polizia di Stato e nell'Arma dei Carabinieri. Si tratta di un piccolo momento storico: per la prima volta Polizia e Carabinieri viaggeranno sulla stessa vettura. In ottimizzazione e razionalizzazione delle spese il ministero dell'Interno e quello della Difesa avevano compilato un bando europeo congiunto, poi vinto da Seat, per sostituire le Fiat Bravo, la cui produzione è cessata in anticipo rispetto a quanto previsto dal contratto di fornitura.

La fornitura iniziale sarà di 206 vetture, 100 destinate alla Polizia di Stato e 106 all’Arma dei Carabinieri, con un accordo estensibile fino a 4.000 unità nel corso dei prossimi tre anni: finora sono già stati raccolti 925 ordini, di cui 475 “pantere” e 450 “gazzelle”. Le nuove volanti e radiomobili sono dotate del motore 2.0 TDI 150 cavalli con
cambio manuale a 6 rapporti che contraddistingue le versioni FR e sono in grado di scattare da 0 a 100 in 8,4 secondi e di raggiungere i 215 km/h di velocità massima. Prodotte in Spagna presso lo stabilimento Seat di Martorell sfoggiano nuove livree con diverse modifiche grafiche richieste dai rispettivi Corpi e sono state equipaggiate con
particolari dotazioni volte a rispondere alle delicate e specifiche esigenze delle Forze dell’Ordine. 



In fase di sviluppo delle “pantere” e delle “gazzelle” sono stati effettuati rigorosi test per garantire l’affidabilità del prodotto, tra cui oltre 16.000 km percorsi dai prototipi e più di 100.000 movimenti di apertura/chiusura porte. Prima della produzione, il test più estremo: oltre 30.000 km senza alcuna sosta. Le prime 206 vetture saranno su strada entro la fine dell’estate. Gianpiero M. Wyhinny, Direttore SEAT in Italia, sottolinea: “Siamo entusiasti che le Forze dell’Ordine viaggino su uno dei modelli più amati della Seatscelto già da oltre 7.000 italiani che da oggi potranno essere ancora più orgogliosi della loro scelta. Esserci aggiudicati questa gara d’appalto è per noi motivo di grande soddisfazione. È un risultato conquistato grazie all’impegno congiunto del nostro Team, e lascia sicuramente aperte le porte a future forniture”.

 

Per Approfondire

Commenti