News motori

Vedi Tutte
News motori

Bentley estremizza il concetto di lusso

Bentley estremizza il concetto di lusso

Sulla Flying Spur non cambia la base tecnica, che ruota intorno a un V8 e a un W12, però ora è possibile scegliere un allestimento ancora più esclusivo

Sullo stesso argomento

di Riccardo Piergentili

mercoledì 10 febbraio 2016 16:11

Al lusso non c’è mai fine, soprattutto quando il soggetto è Bentley, che per la Flying Spur, insieme a Mulliner, ha realizzato un allestimento che definire premium è riduttivo. Anche per la Flying Spur, quindi, che può essere acquistata o con un V8 da 4.0 litri o col W12 da 6.0 litri, Bentley ha estremizzato il livello della personalizzazione, in modo tale da rendere ogni esemplare unico. Sono infatti oltre un milione le configurazioni disponibili!

C’È ANCHE POSTO PER LO CHAMPAGNE - Nella parte centrale dei sedili posteriori è stato ricavato uno spazio refrigerato, nel quale si può posizionare una bottiglia di champagne e due bicchieri griffati Bentley, tutto nascosto dietro un vetro. Il sistema può essere occultato quando c’è la necessità di utilizzare tutti e tre i sedili posteriori ed è anche stato previsto un piano per poggiare i bicchieri.

NIENTE CATTIVI ODORI - L’allestimento prevede addirittura dei nebulizzatori, che possono essere utilizzati sia per creare una leggera nebbia all’interno dell’abitacolo, creando un’atmosfera particolare, oppure per diffondere particolari essenze.

LA CURA DEL DETTAGLIO È MANIACALE - Indipendentemente dai dettagli, l’allestimento Mulliner sposta l’accento dal concetto di serie al quello di opera artigianale. Per questo, tutti gli interni della vettura sono il frutto di accuratissimi processi manuali pensati per trasformare l’abitacolo in un rifinitissimo salotto, dove anche la console centrale è pensata per essere qualcosa di più di un semplice porta oggetti.

Articoli correlati

Commenti