Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

News motori

Vedi Tutte
News motori

AM-RB 001, futura hypercar Aston Martin e Red Bull

AM-RB 001, futura hypercar Aston Martin e Red Bull

Il marchio britannico partner del colosso ausriaco per la produzione di una hypercar da 3,8 milioni di euro. 

Sullo stesso argomento

 

sabato 19 marzo 2016 14:19

ROMA - Aston Martin, al pari di Bugatti, Ferrari, Lamborghini e Porsche, si appresta ad entrare nell'esclusivo segmento delle hypercar, quello per intenderci de LaFerrari e della Veyron. E lo farà con il progetto AM-RB 001 una collaborazione ad alto livello, quella di Adrian Newey, il progettista inglese che dal 2006 in poi ha firmato le plurivittoriose monoposto Red Bull di Formula Uno e che, in precedenza, aveva già lavorato alla McLaren. La notizia arriva dall'Australia, dove a poche ore dal via del primo Gran Premio della stagione,  Aston Martin e Red Bull hanno ufficializzato un accordo che prevede la presenza dello storico marchio della Casa di Gaydon sul musetto e sulle fiancate delle due RB12 di Ricciardo e Kyvat.

99 ESEMPLARI - Aston Martin ha diffuso solo pochi dettagli comunicati sul progetto, ma durante la presentazione sono emerse alcune notizie su questa hypercar che dovrebbe essere prodotta dalla divisione Q (quella che si occupa delle personalizzazioni) in circa 99 unità, con prezzo che potrebbe spaziare da 2 a 3 milioni di sterline, cioè 2,5 - 3,8 milioni di euro. Al momento è in preparazione un modello in scala 1:1 di questa berlinetta che si preannuncia come estremamente aggressiva, con un'aerodinamica 'estrema' per consentire prestazioni record. E questa prima AM-RB 001 sarà mostrata nel mondo ai potenziali clienti, tra cui i 20 fortunati che posseggono già una Vulcan e che, per questo, avranno la precedenza nelle consegne, previste a partire dal 2018. Per lo sviluppo di questa hypercar e l'assistenza - consegne ai clienti, istruzione, manutenzione e riparazioni - Aston Martin si avvarrà della collaborazione di AF Racing, che è già partner nell'ambito del programma sportivo GT. 

Nuova Aston Martin DB11, meglio di una Bond Car

KERS - Dai tecnici della Casa di Gaydon - scrive il magazine Autocar - sono arrivate anche le prime indicazioni 'ufficiose' sulla meccanica della AM-RB 001, che per offrire livelli di assoluta eccellenza nelle prestazioni dovrebbe utilizzare uno schema ibrido tipo Kers, derivato direttamente da quello delle monoposto Red Bull di F1. Per Adrian Newey questa divagazione rispetto alle competizioni non è una novità assoluta, perché già nel 2010 fa aveva mostrato la sua 'visione' per una vettura stradale ad altissime prestazioni progettando una berlinetta monoposto virtuale - la X2010 - per essere protagonista del videogioco Gran Turisimo 5 e 6 (vedi immagine), auto poi diventata il concept X2014 esposto al Festival of Speed di Goodwood nel 2014.

Articoli correlati

Commenti