News motori

Vedi Tutte
News motori

Citroen, è in arrivo una nuova SUV compatta

Citroen, è in arrivo una nuova SUV compatta

La vettura, che sarà una crossover ispirata alla concept Aircross, verrà prodotta nello stabilimento di Rennes

Sullo stesso argomento

di A.V.

martedì 21 giugno 2016 16:31

ROMA - La nuova crossover compatta Citroen, che sarà ispirata alla concept Aircross, verrà prodotta a Rennes, è la stessa Casa francese ad annunciarlo, delineando così una parte del piano Push to Pass che prevede 34 nuovi modelli entro il 2018. Il progetto è definito con il codice C84 e fa parte di una strategia prodotto dinamica, che prevede il lancio di quattro nuovi modelli Citroen in meno di 18 mesi. Basata sulla piattaforma EMP2, la nuova crossover sarà prodotto insieme alla futura Peugeot 5008 e alla Citroën E-Mehari.

Con questi tre modelli, la produzione dello stabilimento raggiungerà a regime i 100.000 veicoli all’anno, rispetto agli attuali 60.000. Lo stabilimento di Rennes è stato scelto dopo uno studio che ha analizzato le misure di performance adottate dall’impianto e gli impegni assunti per migliorare la sua operatività. L’ammodernamento delle linee produttive prevede numerose soluzioni all’avanguardia – per un investimento complessivo di 100 milioni di euro - con l’introduzione di processi di produzione moderni e agili.

I lavori cominceranno all’inizio del 2017 e si completeranno, secondo le previsioni, nel 2018. La decisione di produrre il nuovo veicolo a Rennes è stata resa possibile grazie all’impegno di tutta la forza lavoro e all’iniziativa condivisa della direzione e dei sindacati firmatari, che hanno deciso di unirsi per assicurare un futuro allo stabilimento.

 Il 29 aprile, nella sede dello stabilimento, è stato firmato un accordo denominato “Contratto per il futuro di Rennes”, con il sostegno di 5 dei 6 sindacati presenti nel Gruppo (CFDT, CFE/CGC, CFTC, FO e SIA/GSEA), che rappresentano oltre l’80% dei dipendenti. La decisione di produrre il nuovo veicolo a Rennes dipendeva dalla firma di quest’accordo che entrerà in vigore il 1° gennaio 2017. 

Articoli correlati

Commenti