News motori

Vedi Tutte
News motori

Tesla, dopo le auto elettriche arrivano camion e bus

Tesla, dopo le auto elettriche arrivano camion e bus
© AP

In futuro ci saranno flotte di auto a guida autonoma in condivisione per far guadagnare i proprietari quando non usano l'auto

Sullo stesso argomento

di Alessandro Vai

giovedì 21 luglio 2016 11:49

ROMA - Tesla guarda oltre le automobili e progetta di entrare in segmenti per lei inediti, come quello dei pick-up e dei veicoli commerciali, motrici dei TIR e autobus compresi. Lo ha annunciato Elon Musk - fondatore dell’azienda di Palo Alto - che ha pubblicato un documento chiamato “Master Plan, Part Deux”, specificando che nella gamma di vetture elettriche arriverà anche una SUV compatta basata sulla Model 3 che si potrebbe chiamare Model Y. Ma c’è dell’altro, perché il boss di Tesla vuole creare flotte di auto a guida autonoma che possano essere condivise «per far guadagnare i proprietari quando non usano l'auto».

Una strategia industriale, dunque, a 360° che dovrà rendere Tesla una Casa automobilistica matura. Maturità che verrà raggiunta anche grazie all’acquisizione di SolarCity, cioè il primo produttore di pannelli solari negli Stati Uniti. L’idea di Musk è quella di creare un ecosistema indipendente dalla tradizionale rete elettrica, facendo interagire le batterie delle auto e quelle domestiche, caricandole di energia solare «Dovremo arrivare a un’economia energetica sostenibile, altrimenti esauriremo i carburanti fossili e la civiltà crollerà». Per questo Tesla espanderà il proprio business anche nei mezzi pesanti, con i primi progetti che verranno svelati il prossimo anno.

Quanto all’Autopilot – il sistema Tesla per la guida semi-autonoma che ha recentemente causato il primo decesso – Musk vuole che diventi «dieci volte più sicuro della guida normale» e per farlo servirà un software in grado di supportare l’autoapprendimento. A questo punto saranno le normative l’ultimo scoglio da abbattere, ma secondo l’ad di Tesla ci vorrà ancora qualche anno. Dopodiché, un’auto in grado di guidare da sola potrà essere richiamata dal proprietario attraverso lo smartphone ovunque si trovi, ma anche essere messa in condivisione durante i periodi di lavoro o di ferie. Così le Tesla porteranno «guadagni ai loro proprietari, abbattendo i costi di esercizio fino a quando tutti potranno permettersene una», un’idea già concepita oltre 100 anni fa da Henry Ford.

Articoli correlati

Commenti