News motori

Vedi Tutte
News motori

Renault e Nissan si alleano con Microsoft per l'auto connessa del 2020

Renault e Nissan si alleano con Microsoft per l'auto connessa del 2020

Entro la fine del decennio apriremo le portiere dallo smartphone e bloccheremo l'auto da remoto in caso di furto. Stipulata la partnership per la mobilità del prossimo futuro

Sullo stesso argomento

 F.C.

lunedì 26 settembre 2016 16:23

ROMA - Renault-Nissan e Microsoft hanno sottoscritto un accordo pluriennale per sviluppare insieme l’esperienza di guida connessa. Le due società coopereranno per sviluppare i servizi connessi di prossima generazione pensati per dieci nuovi modelli in uscita entro il 2020, equipaggiati con Microsoft Azure, piattaforma di smart cloud di Microsoft, migliorando l’esperienza del cliente attraverso la navigazione avanzata, la manutenzione predittiva e servizi focalizzati sul veicolo, il controllo remoto delle funzionalità dell’automobile, esperienze di connessione mobile esterna ed aggiornamenti in modalità "over the air". 

GUIDA PERSONALIZZATA - Nello specifico i clienti potranno personalizzare le configurazioni della propria auto nella certezza che i dati inseriti sono sicuri ed avranno la possibilità di trasferire le impostazioni prescelte da un’auto all’altra o bloccarle disabilitando il trasferimento. Con la nuova esperienza driver-centric, la guida diventa personale anche attraverso novità come i suggerimenti per adeguare il percorso e la navigazione avanzata.

CONTROLLO A DISTANZA - Tra gli obiettivi della partnershop tra Microsoft e Renault-Nissan anche quello di rendere l'auto un'estensione della propria casa o del proprio ufficio, trasformando i tempi di percorrenza giornalieri casa-lavoro in un’esperienza produttiva, integrando a bordo senza soluzione di continuità le esperienze digitali del lavoro e della vita quotidiana. Inoltre l'auto sarà in grado di aggiornarsi da solo, scaricando gli aggiornamenti in modalità over the air, per esempio l’ultima versione del software di guida autonoma e le applicazioni di prevenzione degli incidenti. E ovviamente la vettura sarà controllabile a distanza da smartphone, tablet o portatile: utilizzando una app si potranno bloccare o sbloccare le portiere, trasferendo anche il controllo a un amico o un parente che deve usare l’auto senza consegnare fisicamente la chiave. Ciò avrà grandi vantaggi anche in termine di sicurezza: in caso di furto grazie a un software di tracking sarà possibile individua la posizione di un’auto rubata disattivandola da remoto. 

SCENARI INIMMAGINATI - «Le auto sono sempre più connesse, intelligenti e personalizzate» ha dichiarato Ogi Redzic, senior vice-president dell’Alleanza Renault-Nissan, Veicoli connessi e Servizi di mobilità. «Grazie alla partnership con Microsoft, potremo accelerare lo sviluppo delle tecnologie chiave associate, necessarie per fornire ai nostri clienti gli scenari che si aspettano e proporne di totalmente nuovi e inimmaginati finora. Il nostro obiettivo è garantire una mobilità connessa per tutti, attraverso un’unica piattaforma globale.»

ESPERIENZE DIGITALI - «Anche se l’esperienza dell’auto connessa è agli albori, riteniamo che riservi molto potenziale tanto da cambiare radicalmente il settore. Abbiamo costituito questa partnership per accelerare lo sviluppo delle strategie mobili e di cloud di Renault-Nissan e offrire nuove esperienze ai clienti», ha dichiarato Jean-Philippe Courtois, Executive Vice President e Presidente Microsoft Global Sales, Marketing and Operations di Microsoft. «Renault-Nissan è un partner eccezionale, grazie alla sua presenza globale e alla gamma di marche e ci consentirà di mettere a disposizione di un’estesa base di clienti nuove esperienze digitali e mobili totalmente inedite. Questa collaborazione amplierà lo standard delle auto connesse.»

Nissan BladeGlider, "aliante" elettrico
 

Articoli correlati

Commenti