News motori

Vedi Tutte
News motori

Crash test Euro NCAP, solo 2 stelle per la Ford Mustang

Crash test Euro NCAP, solo 2 stelle per la Ford Mustang

Nei primi test del 2017 le Volvo S90 e V90 ottengono i le cinque stelle

Sullo stesso argomento

 Alessandro Vai

mercoledì 25 gennaio 2017 13:36

ROMA - L’Euro NCAP ha aperto il 2017 con due nuovi crash test, dai risultati molto contrastanti. Se da un lato la Volvo V90 e la sua versione station wagon S90 hanno ottenuto cinque stelle, la Ford Mustang (qui la nostra prova) non è andata oltre le due stelle, mettendo in mostra limiti evidenti sotto il profilo della sicurezza. Nei punteggi parziali, divisi tra protezione adulti, bambini, pedoni e sistemi di assistenza alla guida, le Volvo hanno fatto segnare un “95%-80%-76%-93%”, mentre la Ford si è fermata a “72%-32%-64%-16%”. Risultati che parlano da soli e che testimoniano la differente filosofia progettuale delle due ma anche le diverse “date di nascita”.

VOLVO - Se le Volvo sono state presentate nel 2016 (e infatti sono in lizza per il premio Auto dell’Anno), la Mustang risale addirittura alla fine del 2013. La commercializzazione in Europa, tuttavia, è partita solo nella seconda metà del 2015, mentre il test è stato effettuato all’inizio del 2017. Inoltre, bisogna anche tenere in considerazione il fatto che in questi tre anni abbondanti, i protocolli EuroNCAP sono cambiati, diventando sempre più severi. La Mustang, insomma, è stata bocciata ma ha sicuramente delle attenuanti.

FORD - Ford, infatti, ha già annunciato che tutti i clienti che hanno ordinato la Mustang a partire dallo scorso mese di maggio riceveranno la versione aggiornata che ha di serie dispositivi di sicurezza come il Lane Keeping Aid e il Pre Collision Assist con Pedestrian Detection e frenata automatica di emergenza. Modifiche che potrebbero migliorare il risultato di almeno una stella, ma che difficilmente risolveranno i problemi strutturali della Mustang, evidenziati soprattutto nella zona dei sedili posteriori e nella protezione dei bambini posti sui relativi seggiolini. 

Articoli correlati

Commenti