Corriere dello Sport

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Nuova Renault Captur, la rivoluzione è d'autunno
News motori
0

Nuova Renault Captur, la rivoluzione è d'autunno

Nasce sulla piattaforma CMF-B Evo, la stessa di nuova Clio, avrà a disposizione nuovi servizi di connettività e soprattutto una meccanica pronta per l'ibrido plug-in e l'elettrico: debutto a Francoforte in settembre.

Il momento giusto per crescere. Renault Captur prima generazione rappresenta uno dei modelli di maggior successo sul mercato europeo, con una formula di Suv urbano dal giusto rapporto qualità-prezzo. Uno degli elementi che non cambieranno con l'arrivo di Captur 2, ormai in fase avanzata di collaudo e pronto al debutto in occasione del Salone dell'auto di Francoforte, in autunno.

Punto forte della vettura sarà la piattaforma CMF-B Evo, la stesa di nuova Clio, protagonista al Salone di Ginevra in marzo. Sarà proprio la compatta a dettare il tempo a Captur, inevitabilmente interessata dalla rivoluzione avviata da Clio.

Ci si aspettano dimensioni leggermente maggiori, un abitacolo dominato dal display centrale verticale, già visto su Espace e Scenic e nuovi servizi di connettività. Le indiscrezioni più interessanti riguardano però la base meccanica, figlia di una condivisione piuttosto stretta all'interno dell'Alleanza Nissan – Renault. Nuova Captur adotterà i motori a benzina sviluppati dal marchio francese anche in collaborazione con Mercedes, ovvero il tre cilindri 1.0 e il 4 cilindri 1.3 litri turbo benzina, oltre al ben noto Diesel 1.5 Dci. L'orizzonte della piattaforma CMF-B Evo consente però la realizzazione in tempi piuttosto brevi di una variante ibrida plug-in, ormai data per certa, mentre Renault sta vagliando in queste settimane la derivazione di una versione 100% elettrica.

Vedi tutte le news di News motori

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti