Prove

Vedi Tutte
Prove

Honda NSX, la prova dell'ultima samurai

Honda NSX, la prova dell'ultima samurai

Su strada e in pista con l'erede della prima supercar giapponese: 4 motori, cambio 9 marce, 581 cv e 308 km/h

Sullo stesso argomento

dal nostro inviato Francesco Colla

venerdì 29 luglio 2016 11:05

ESTORIL - Se produci 37 milioni di motori all’anno mica puoi ambire ad arrivare secondo. Né in Formula 1, dove la strada per il podio è lunga e in salita, né nel Wtcc, dove si notano decisi segni di ripresa, né in MotoGP, dove piovono allori, né ovunque ci siano ruote in pista. O su strada. E la nuova NSX, erede di una vera icona anni 90, vuole primeggiare e freme per fare a cazzotti con tutte le concorrenti. Non facili da individuare viste le peculiarità del modello, al momento unico nel suo genere. Una supercar due posti secchi da quasi 600 cv erogati da un powertrain ibrido composto da un V6 biturbo 3.5 litri abbinato a ben tre motori elettrici, per un prezzo complessivo di poco inferiore ai 200.000 euro. Diciamo che nel mirino ci sono sia Porsche 911 Turbo che Ferrari 488 e Lamborghini Huracan, ma soprattutto Audi R8. Senza contare la compatriota Nissan GT-R. Compatriota per modo di dire, visto che la risorta coupé Honda parla americano: progettata da un team guidato dall’ingegner Jason Widmer è prodotta in Ohio. Arriverà a fine ottobre, ma stavolta la formula “in tutti i concessionari” non vale: solo dieci in Europa, di cui uno in Italia: Autoshop di Padova. E al momento l’unico carrozziere autorizzato a metterci mano è in Germania. 

LA PIU' COSTOSA NELLA STORIA HONDA -  Supponendo di poter spendere la cifra succitata cosa si porta a casa? Tanta roba. E non si sta parlando di gingilli, essenze pregiate o futurismi. Si sta parlando di un calcio nel sedere capace di proiettare un aspirante pilota da 0 a 200 nel tempo di un amen. O di una tigre mansueta che si lascia portare a spasso e pronta ad attirare gli sguardi. L’abbiamo capito durante un’intensa giornata di test a Estoril: prima una decina di “sudati” giri in pista, poi 200 chilometri tra le colline e i campanili cari a Saramago. Basta una sosta caffè per creare la fila di selfie. Riassumere la genesi del modello è compito complesso e descriverne la tecnica pure: NSX è il progetto più costoso nella storia Honda, che ha impegnato per anni “alcune centinaia di persone” (Widmer dixit) per evolvere il concetto di esperienza sportiva trasferendolo a una generazione di clienti infanti quando uscì la prima serie. Cui viene offerto un design estremo ma non eccessivo, caratterizzato da vistose soluzioni aerodinamiche come le abbondanti prese d’aria anteriori, abbinate alle bocchette laterali (per gestire la scia della ruota) e a un posteriore quantomai robusto e scolpito. 

4 MOTORI - All’ammiccante “tamarraggine” esteriore corrisponde un abitacolo perfetto sia per un track day sia per viaggiare (con pochi bagagli): sedili sportivi e avvolgenti ma non costrittivi, materiali di alta qualità senza orpelli, infotainment sobriamente completo. Si sale per guidare, non per essere portati da un luogo a un altro. Sotto c’è lo scheletro, realizzato principalmente in alluminio a garanzia di una rigidità torsionale da primato e leggerezza in grado di compensare il peso extra apportato dai tanti “organi interni”. Il principale è il V6 twinturbo 3.5 litri da 507 cv (erogati tra i 6.500 e i 7.500 giri) e 550 Nm di coppia (espressa tra i 2.000 e i 6.000 giri) montato longitudinalmente dietro l’abitacolo e supportato da un motore elettrico a presa diretta da 49 cv (a 3.000 giri) e 148 Nm di coppia (tra i 500 e i 2.000 giri) e da un gruppo propulsore anteriore da 37+37 cv (a 4.000 giri) e 73+73 Nm di coppia (tra 0, dato importante, e 2.000 giri). In totale sono 581 cv e 646 Nm di coppia da gestire con un cambio doppia frizione 9 rapporti: 308 km/h di velocità massima con uno scatto 0-100 non ancora ufficializzato ma inferiore ai 3 secondi netti. Numeri che elevano la nuova NSX nell’Olimpo delle sportive di razza.

FACILE MA VELOCISSIMA -  Uscendo dalla pit lane di Estoril un giro di soggezione è lecito, trovandosi su uno dei circuiti prediletti di Ayrton Senna e al volante dell’erede della “sua” NSX. Si parte in modalità Quite, anche se è facile intuire che si tratta di calma temporanea. Stabilita un minimo di confidenza con mezzo e tracciato si scala progressivamente in Sport, Sport + e Track. C’è poco da spiegare, i nomi dicono tutto. Per capirci: sulle macchine “normali” le modalità di guida spesso offrono upgrade appena percepibili, qui si passa dal giorno alla notte. Sound, sterzo, ac celeratore, sospensioni, assetto: cambia tutto in un crescendo wagneriano di cattiveria che non può lasciare indifferenti. Senza intimorire: il complesso sistema Sport Hybrid SH-AWD garantisce trazione indipendente a tutte le ruote, distribuendo la coppia tra gli assi per un comportamento in curva sempre ineccepibile. E senza essere scorbutica, grazie al cambio fulmineo e allo sterzo chirurgico, con l’anteriore che va esattamente dove gli chiedi.

DECOLLO -  L’apice del godimento è l’ormai immancabile launch control: partenza da fermo con sinistro sul freno, destro sul gas e destinazione paradiso, come cantava Grignani. La potenza del motore termico, in abbinamento agli elettrici anteriori (coppia disponibile da 0 giri, si diceva) garantiscono una botta iniziale spettacolare, per poi agire sulla ripartizione della trazione quando serve. Il risultato è che con le dovute accortezze ogni automobilista può trasformarsi in pilota. Su strada c’è poco da dire: maneggevole e facile in contesti urbani è capace di cambiare carattere in uno schiocco di dita, dimostrandosi una compagna di viaggio istrionica e confortevole sia per il guidatore che per il passeggero. Perché comprarla se con la stessa cifra posso avere una Porsche, una Ferrari o una Lamborghini? Per distinguersi senza dare troppo nell’occhio e fingersi, almeno per qualche istante, veloci come Ayrton.

Honda, il listino prezzi completo

HONDA NSX, LA SCHEDA

Modello: Honda NSX
Motore: 3.5 litri
Potenza: 581 cv complessivi (motore termico 507 cv, motori elettrici ant. 36+36 cv, motore elettrico post. 47 cv)
Coppia max: 550 Nm
Cambio: automatico doppia frizione a 9 rapporti
Velocità massima: 308 km/h
Accelerazione 0-100 km/h: non dichiarata
Consumo medio: 10 l/100 km
Emissioni CO2: 228 gr/km
Dimensioni: lunghezza 4,487 m, larghezza 2,271 m, altezza 1,204 m
Prezzo: 186.900 euro

Articoli correlati

Commenti