Prove

Vedi Tutte
Prove

Seat Leon Cupra, un cuore double face

Seat Leon Cupra, un cuore double face

Una macchina per la famiglia ma anche un’autentica belva. Il motore fa la differenza: 300 cv, nuovo 2.0 TSI abbinato al cambio automatico

Sullo stesso argomento

dal nostro inviato Pasquale Di Santillo

venerdì 17 febbraio 2017 13:34

La semplicità dello stupore è un oggetto del desiderio dalle sembianze normali. Una macchina per la famiglia che nasconde un cuore tanto sportivo da far paura. In realtà? E' un'autentica belva, eppure così semplice da guidare e gestire, da consentirne l'utilizzo a trecentosessanta gradi, dalla... spesa alla... corsa.

VINCENTE - Dici Seat e pensi a Cupra, aggiungi Leon e capisci che stai parlando dell'unica squadra di Barcellona che da quattro anni continua a vincere senza interruzioni nel suo campionato, pardon mercato, che sia mondiale (+28% dal 2013) o italiano (+63%).
Numeri da favola che giustificano l'offensiva prevista nel 2017 che oltre al SUV Ateca, alla nuova Ibiza e al crossover Arona, prevede anche il lancio di questa nuova versione della Seat Leon Cupra, la più potente di sempre con i suoi 300 cavalli (dieci in più della vecchia), grazie al nuovo motore 2.0 TSI abbinato al cambio automatico DSG a doppia frizione.

STRUMENTO SPORT - San Valentino è appena passato, ma se c'è qualcosa che, oltre alle donne, fa innamorare gli italiani, è quel cuore che vive dei battiti dei pistoni: il motore. Che tradotto nell'idioma di Dante diventa la sportività, il filo conduttore con il quale Seat, soprattuto da noi (ma non solo) sta riuscendo a scardinare gli antichi luoghi comuni su un marchio reso sempre più tecnologico da casa madre Volkswagen. Non è un caso che Peter Wyhinny, Direttore di Seat per l'Italia aggiunge al 63% di crescita quadriennale già citata, il +6,3% di vendite del 2016 rispetto al 2015 e il primo, confortante dato di gennaio 2017 (+25%). Lo strumento privilegiato di Seat per sfondare i muri? Lo sport: 220 vetture vendute in 25 Paesi di 4 continenti, con 120 gare disputate, 67 podi e 135 podi. Programma che anche nel 2017 avrà il suo ricco panorama di promozione con 230 gare, 119 eventi in 28 Paesi, senza dimenticare la partnership con Ducati Corse, nonchè la sponsorizzazione del mondiale Superbike safety car.

ANIMA CUPRA - Ed eccola la nuova Seat Leon Cupra (acronimo di CupRacing), la belva semplice e tecnologica. Design ancora più distintivo rispetto al passato, ma senza rotture profonde. Nuovi gruppi ottici con tecnologia fullLed, montanti e paraurti con design personalizzato, da aggiungere a pre-e d'aria frontali più marcate, doppio terminale di scarico cromato e cerchi da 19". Ancora più raffinati gli interni, con volante sportivo, come i sedili; Alcantara ovunque e fibra di carbonio per il rivestimento dei pannelli.
Ma è indubbio che resta il cuore, il motore, a fare la differenza, a completare il pacchetto complessivo. Dai cavalli, all'accelerazione, da sportiva (5"6 per arrivare da 0 a 100 km/h), passando al controllo dinamico dell'assetto, al sistema di disattivazione dell'ESC fino al differenziale autobloccante elettronico che rendono la Cupra un'autentica macchina da corsa. Tutto testato sulla pista Seat di Castellolì. Poderoso in accelerazione, progressivo nella sua erogazione, il 2.0 TSI garantisce coppia e cavalli quando servono ricevendo la risposta migliore possibile dal telaio, grazie anche allo sterzo progressivo.

SEMPLICITÀ’ - Fedele al suo spirito molto easy, la Seat Leon Cupra 2017, Wyhinny dixit, verrà offerta in tutte e tre le versioni (ST, SC e 5 porte) con lo stesso prezzo di partenza - 36,600 euro - in modo da garantire il tradizionale equilibrio nel rapporto qualità prezzo. Prezzo di partenza che di serie comprende il sistema di navigazione con display da 8 pollici e i sensori di parcheggio posteriori. Con i pacchetti opzionali (Nav Plus Pack, Driving Pack Plus e Parking Plus) non si superano mai i 40.000 euro.

 

Articoli correlati

Commenti