Saloni

Vedi Tutte
Saloni

Auto e Moto d'Epoca 2016, in mostra anche le prime Ferrari e Lambo

Auto e Moto d'Epoca 2016, in mostra anche le prime Ferrari e Lambo

Le novità del settore ma soprattutto le icone inramontabili: tra le protagoniste del Salone di Padova 2016: la Ferrari Sport 166 MM Barchetta e la prima Lamborghini di serie, la 350 GT

Sullo stesso argomento

 

lunedì 17 ottobre 2016 17:14

ROMA - Dal 20 al 23 ottobre ben 4500 auto, 500 moto e 1600 espositori si danno appuntamento a Padova per il più grande mercato Classic d’Europa, Auto e Moto d’Epoca. Un Salone sempre più capace di unire il fascino delle intramontabili con le novità del settore: quest'anno sono ben 16 i marchi internazionali presenti con le loro novità, Alfa Romeo, Abarth, Audi, Citroën, DS, Maserati, Land Rover, Jaguar, Mercedes, Pagani, Porsche, Tesla, Volkswagen e Volvo. 

Tra i padiglioni protagoniste le tre anime dell’Heritage Lamborghini, riunite in un unico, grande stand con il Museo Lamborghini, il Polo Storico, il Lamborghini Club Italia e una panoramica emozionante dalla Miura alla Super Trofeo dei gioielli di Sant’Agata. Peugeot celebrerà due vetture d’eccezione: la trentennale 205 Cabrio e la 402 Eclipse che arriverà direttamente dal museo di Sochaux.

Il Registro internazionale Touring Superleggera partecipa con due capolavori assoluti: la Ferrari Sport 166 MM Barchetta – la prima “vera” Ferrari che fece nascere il mito del Cavallino – e la prima Lamborghini di serie, la 350 GT. Le più belle Alfa Romeo, Lancia e Aston Martin DB4 – l’auto di James Bond – sono pure esposte per celebrare la presentazione del libro, edito da Fucina, che racconta 90 anni di stile internazionale. 

Il settore dell’auto in vendita, intanto, si conferma il più grande d’Europa con 4500mila modelli a disposizione degli appassionati che coprono l’intero spettro dell’Automotive. Ci saranno pezzi unici in Italia come la Pegaso; auto rarissime degli anni ’50 come la Ferrari 250 e cabriolet, berline e coupé di ogni epoca e marca. Presenti alcune delle auto più belle mai prodotte: Porsche Speedster, Mercedes Ali di Gabbiano e la sua sorella 300 SL roadster, Maserati 350, Alfa 6C 1750, Ferrari Dino 246 e Ferrari 275, il mitico Testa Rossa, le Porsche 959 e 993 Turbo 4S e 2s sia cabrio che coupé, le Jaguar XK 120 e 140, le Lamborghini Urraco e Countach, Miura S e Miura SV.

Tra le novità del settore da segnalare l'anteprima nazionale la nuova C3 Citroën e la quinta generazione di Land Rover Discovery, presentato in anteprima mondiale al Salone di Parigi. Al loro fianco la F-Type SVR di Jaguar: la più performante della serie e un modello ancora non circolante in Italia. Protagonisti il Levante, l’atteso primo SUV di Maserati, la nuova Abarth 124 Spider, la R8 Spyder di Audi e la Giulia Alfa Romeo con pack lusso. Il marchio simbolo del lusso francese - DS - porta la nuova DS 5 Hybrid. La tradizione della Stella Mercedes nel Motorsport sarà celebrata dalla monoposto impegnata nel Mondiale F1 2016 alla nuova Mercedes-AMG GT. Pagani porterà l’eccellenza delle sue supercar.  Porsche esporrà, tra le altre, la nuova 718 Cayman. Tesla si presenta con i suoi modelli di punta – le elettriche di alta gamma Model S e Model X - mentre Volkswagen celebra i 40 anni della Golf GTI con il modello Clubsport realizzato per celebrare l’anniversario. Volvo ha in serbo un focus completo sulle vetture legate indelebilmente al suo immaginario: le station wagon dalla Duett alla nuova V90 con alcuni pezzi che hanno fatto la storia delle familiari in Italia come l’indimenticabile Polar.

Auto e Moto d'Epoca 2016, in mostra anche le prime Ferrari e Lambo

Decine, inoltre, i club storici partecipanti ognuno con una storia da raccontare e un mito da condividere. Tra le vetture che hanno fatto la storia non potevano mancare Lancia, rappresentata da ben 5 club per i 110 anni di storia - e la mitica 500. Quest’anno il Fiat 500 Club Italia porta una rassegna completa di tutte le serie: N del 1957, D del 1965, F del 1968, L del ’71 ed R del ’73. Il Club - 21mila soci di cui il 25 per cento sotto i quarant’anni - si prepara già da ora a celebrare il 60esimo anniversario dell’auto che, più di ogni altra, racconta il volto più sorridente del made in Italy nel mondo.

Il Museo Nicolis di Villafranca, una delle istituzioni più importanti legate all’Heritage europeo, dedica la sua partecipazione ai ruggenti anni cinquanta: “Un’età di gioia e ottimismo che ha trasformato l’euforia del dopoguerra nell’immaginario universale del sogno americano” dice la giovane presidente Silvia Nicolis. A esemplificare un periodo dedicato alla gioventù, una splendida Ford “Thunderbird” del 1955, la risposta improntata al lusso e alla comodità di Ford alla Corvette Chevrolet. Con la sua linea compatta, il vetro panoramico e le pinne laterali che diventeranno sempre più accentuati, la Thunderbird è la quintessenza degli anni ’50 e uno dei capostipiti dello stile che li ha consegnati all’immaginario collettivo. 

 

Articoli correlati

Commenti