Salone di Ginevra

Vedi Tutte
Salone di Ginevra

Mercedes Amg G 63, pugno di ferro in guanto di velluto

Mercedes Amg G 63, pugno di ferro in guanto di velluto

Il V8 arriva a quota 585 cavalli e aumenta lo spazio a bordo, per affrontare ogni ostacolo circondati dal lusso

Sullo stesso argomento

 Francesco Colla

martedì 13 febbraio 2018 14:46

ROMA – Per Mercedes sarà difficile stupire dopo la premiére di Detroit, dove Arnold Schwarzenegger ha tolto il velo alla nuova generazione di Classe G. Il vero Suv da Terminator. Che diventa ancora più cattivo con l'attesa quanto immancabile declinazione Amg, già annunciata per il 6 marzo al Salone di Ginevra.

Ecco dunque la nuova Amg G 63, ancora più cattiva, ancora più performante, grazie al motore V8 biturbo 4.0 litri portato a quota 585 cavalli e 850 Nm di coppia, per un'accelerazione 0-100 km/h in soli 4,5 secondi, grazie all'abbinamento con il cambio automatico 9 marce.  E nonostante il peso superiore alle 2,5 tonnellate. Numeri da supercar e da vertici della categoria. La vettura è dotata del Dynamic Select con cinque modalità di guida su strada e tre dedicate all'off-road.

Aumenta, inoltre, lo spazio nell'abitacolo, con 10 cm in più in lunghezza e 12 in larghezza; per ospitare nel massimo comfort i passeggeri sono inoltre disponibili sedili con camere d'aria integrate nelle sezioni laterali in modo da offrire il massimo supporto in curva.

Completano il panorama i cerchi specifici da 21 o 22 pollici, i gruppi ottici Multibeam Led da 4 moduli ciascuno e i doppi scarichi laterali cromati, che cambiano tonalità a seconda della modalità di guida selezionata. Maggiori informazioni il 6 marzo, quando dovrebbe essere annunciato anche il prezzo, certamente non inferiore ai 150 mila euro della generazione attuale. A seguire, è lecito attendersi anche la nuova generazione di Amg G 65, apice della gamma equipaggiata con motore V12 e listino a partire da 280 mila euro.

Articoli correlati

Commenti